Rapporto ISTISAN 22/9 - Agricoltura sociale: processi, pratiche e riflessioni per l’innovazione sociosanitaria. A cura di Marta Borgi, Angela Genova, Barbara Collacchi, Francesca Cirulli


Istituto Superiore di Sanità
Agricoltura sociale: processi, pratiche e riflessioni per l’innovazione sociosanitaria.
A cura di Marta Borgi, Angela Genova, Barbara Collacchi, Francesca Cirulli
2022, ii, 206 p. Rapporti ISTISAN 22/9

L’ambiente naturale viene riconosciuto come un fattore di contesto importante per la prevenzione e la promozione della salute, inclusa la salute mentale. Questo rapporto propone una riflessione sulle pratiche e i processi in atto in Italia sul tema dell’agricoltura sociale. Utilizzando risorse agricole, come animali e piante, l’agricoltura sociale è in grado di soddisfare esigenze sociali specifiche, tra cui la riabilitazione, l’occupazione protetta, l’istruzione permanente e attività che contribuiscono all’inclusione sociale, allo stesso tempo, rafforzando la redditività economica e sociale delle comunità rurali. I contributi raccolti in questo rapporto sono il frutto del lavoro di una rete di ricercatori e ricercatrici italiani/e che in diverse università e istituti di ricerca svolgono attività di studio e analisi su questi temi. Vengono proposte riflessioni che coniugano analisi di pratiche territoriali con processi istituzionali più ampi che vogliono accompagnare e informare l’evoluzione dei sistemi sociosanitari, anche alla luce del Piano Nazionale di Prevenzione 2020-2025 e del recente Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.
Parole chiave: Agricoltura sociale; Salute umana; Benessere; Inclusione sociale


Istituto Superiore di Sanità
Social agriculture: processes, best practices and considerations for social and health innovation.
Edited by Marta Borgi, Angela Genova, Barbara Collacchi, Francesca Cirulli
2022, ii, 206 p. Rapporti ISTISAN 22/9 (in Italian)

The natural environment is recognized as an important factor for the prevention and promotion of health, including mental health. Practices and processes taking place in Italy on the theme of social agriculture are reported. By using agricultural resources, such as animals and plants, social farming is able to meet specific social needs, including rehabilitation, sheltered employment, lifelong education and activities that contribute to social inclusion, at the same time strengthening the economic and social viability of rural communities. The contributions collected in this report are the result of the collaborative network of researchers who are involved in the critical analysis of these issues in Italian universities and research institutes. A number of considerations are proposed, combining the analyses of territorial practices with broader institutional processes in order to accompany and inform the evolution of social and health systems, also in light of the National Prevention Plan 2020-2025 and the recent National Recovery and Resilience Plan.
Key words: Social farming; Human health; Welfare; Social inclusion


Tematica

Prevenzione e promozione della salute

Pubblicazioni

Pubblicazioni Rapporti ISTISAN