Immagine intestazione

UFFICIO STAMPA

Notte europea dei ricercatori e delle ricercatrici 2022, anche l'ISS presente per rispondere alle domande dei visitatori

Il 30 settembre e il 1 ottobre 2022 gli enti di ricerca ed università accolgono il pubblico nella cornice della Città dell’Altra Economia con tanti appuntamenti gratuiti per diffondere la cultura scientifica

Roma 26 settembre 2022 - Roma sarà per due giorni la Capitale della scienza grazie alla Notte Europea dei Ricercatori e delle Ricercatrici 2022 con il progetto NET- ScieNcE Together e il suo partenariato scientifico d'eccellenza. Sarà presente all'evento anche l'Istituto Superiore di Sanità che risponderà in diretta alle domande dei visitatori su temi scientifici e di servizio: dalle malattie rare, ai Telefono verdi, dai test sulle malattie sessualmente trasmesse alla ricerca per la salute del mare, dalle vaccinazioni alle dipendenze.

Venerdì 30 e sabato 1 ottobre, dalle 18.30 alle 23.30, la Città dell’Altra Economia - nel quartiere Testaccio di Roma, nell’area dell’ex-Mattatoio - ospiterà anche spettacoli, laboratori, attività per bambini, talk, incontri con i ricercatori per avvicinare il grande pubblico di tutte le età ai temi della scienza, in modo semplice e coinvolgente.

In occasione dell’edizione 2022, CNR (coordinatore del progetto), ENEA, INAF, INFN, INGV, ISPRA, CINECA, Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Sapienza Università di Roma, Università degli Studi della Tuscia, Università Telematica UNINETTUNO, in collaborazione con Istituto Superiore di Sanità e CREF, si ritroveranno insieme in quello che sarà un villaggio della scienza nel cuore di Roma, per coinvolgere i cittadini nei numerosi appuntamenti, tutti con accesso libero e gratuito. Obiettivo centrale di questa edizione sarà avvicinare i cittadini alla comprensione del metodo scientifico, per promuovere nella società il valore del lavoro del ricercatore e il rigore con cui la scienza indaga la realtà e, spesso, trova soluzioni nelle sfide più difficili.

I temi principali che guideranno le attività saranno quelli di maggiore attualità, al centro dell’agenda europea e del programma Horizon Europe, all’interno del quale l’iniziativa viene svolta. L’emergenza climatica, la salute, l’economia circolare, le nuove tecnologie, la protezione del mare e del territorio, le sfide dello Spazio, saranno al centro di decine di eventi nelle due serate.

Altro filo rosso delle due serate sarà il ruolo della donna nella storia della scienza: la “madrina” simbolica dell’iniziativa sarà Marie Skłodowska Curie, 2 premi Nobel per la Fisica e per la Chimica, esempio di talento e genialità, ispirazione per le ragazze di oggi che si avvicinano alle carriere scientifiche.

EVENTI SPECIALI: SPETTACOLI, TALK E DIBATTITI

Il 30 settembre Antonello Pasini (fisico del clima del CNR) sarà protagonista i LEGATI A DOPPIO FILO - Sfide ed effetti di un mondo interconnesso un incontro sul tema dei cambiamenti climatici e sull’importanza della responsabilità individuale di fronte a questa sfida epocale. L’evento sarà accompagnato da un’emozionante diretta con i ricercatori della base Antartide Concordia.

Alle 21:30 “Stranger Things … in Science”: 4 ricercatori e 4 misteriose storie da svelare con Amedeo Balbi (astrofisico dell’Università di Tor Vergata) e Catalina Curceanu (fisica dell’INFN), Fabio Chiarello (CNR) e Silvia Pisano (CREF / INFN), guidati da Marco Gisotti (giornalista)

Il 1 ottobre si inizierà alle 18.45 con Annalisa Corrado – esperta nel settore della transizione ecologica, attivista per la giustizia climatica, autrice – che ci parlerà di come “Le ragazze salveranno il mondo”, dialogando con due ricercatrici sul rapporto tra donne, scienza e ambiente; seguirà una conferenza-spettacolo dal titolo Ipazia, Galileo e il lievito madre sul rapporto tra filosofia, scienza e storia, in un affascinante viaggio tra passato e futuro.

Alle 21:30 celebreremo Piero Angela nell’evento tributo Un viaggio tra scienza, conoscenza e ricordi in cui si parlerà dell’importanza della comunicazione scientifica nel rapporto tra scienza e società e come fondamentale strumento per promuovere lo sviluppo culturale e sociale del Paese. Ne discuteranno i Presidenti di alcuni enti di ricerca tra i quali Stefano Laporta Presidente ISPRA e Carlo Doglioni Presidente dell’INGV e collaboratori e autori delle trasmissioni di Piero Angela, tra i quali Giuliana Galati, Elisabetta Bernardi, Lorenzo Pinna, Giovanni Carrada e Alberto Luca Recchi

Qui il programma degli eventi speciali: https://www.scienzainsieme.it/eventi-speciali-2022/

ESPERIMENTI E LABORATORI: IMPARARE DIVERTENDOSI

Durante le due serate, dalle 18:30 alle 23:30, in decine di stand tematici, i ricercatori accoglieranno il pubblico di tutte le età – ma specialmente bambini e ragazzi - con esperimenti, giochi e laboratori.

Si assisterà all’ eruzione dei vulcani e all’ azione di robot sottomarini, scopriremo il mistero del cielo e le sue stelle, le onde gravitazionali e i buchi neri, capiremo come funziona un supercomputer.

Qui il programma con tutte le attività  https://www.scienzainsieme.it/category/notte-2022/roma/

TUTTE LE CITTA’ DELLA NOTTE

La Notte di NET, oltre che nella Capitale, si svolgerà il 30 settembre anche in altre città italiane: Livorno, Rieti, Rocca di Papa, Frascati, Portici (giardini del Centro Ricerche ENEA), Riomaggiore, Grottaminarda. I ricercatori di NET saranno inoltre presenti a Bologna, in collaborazione con il progetto SOCIETY riPENSAci, a Palermo in collaborazione con il progetto Sharper e a. Chioggia in collaborazione con Science4all

A Viterbo, presso il Complesso Santa Maria in Gradi, la Notte sarà animata dal Festival della Scienza e della Ricerca, con eventi, giochi, attività dimostrative e presentazioni gratuite aperte al pubblico. Per saperne di più: https://bit.ly/3Snsx15

***

La Notte europea dei ricercatori e delle ricercatrici e il progetto NET

Al Progetto NET aderiscono 11 fra i più importanti Enti pubblici di ricerca ed Università del Paese: CNR (che ne è anche il coordinatore), ENEA, INAF, INFN, INGV, ISPRA, CINECA, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Sapienza Università di Roma, Università degli Studi della Tuscia, Università Telematica Internazionale UNINETTUNO, in collaborazione con il Centro Ricerche Enrico Fermi e l’Istituto Superiore di Sanità.

L'idea del Progetto NET ScieNcE Together è nata dall'esperienza di Scienza Insieme che da alcuni anni vede gli stessi partner collaborare insieme sui temi della divulgazione, formazione e informazione, e che avevano già partecipato ad altre edizioni della Notte Europea dei Ricercatori.

La rete di NET include tante realtà del mondo della ricerca e della cultura presenti sul territorio. Tra le tante collaborazioni quella con l’Orto botanico di Roma, La Lega Navale Italiana, Federparchi, Anec Lazio, AIGAE coordinamento Lazio; La Città della Scienza (Napoli), Lega Navale di Livorno; Distretto Ligure Tecnologico; il Museo Naturalistico dei Monti Prenestini, Resina (Sistema Museale Naturalistico del Lazio), Museo Maxxi, Palazzo Rospigliosi e numerose associazioni e importanti realtà del territorio Casetta Rossa, Fusolab 2.0, Centro Antartide (Univerde);  FotoSub Club; Green Cross Italia; Gruppo Astronomia Digitale; Neulos; Neural Research; Open City; ScienzImpresa; Sistemi Castelli Romani; Teatro Tor Bella Monaca (Seven Cults); UAI - Unione Astrofili Italiani.

Il progetto NET – ScieNcE Together collabora inoltre con altri progetti della “Notte” come Sharper, Society riPENSAci, Bluenights.

La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto HORIZON EUROPE, realizzato con le azioni Marie Skłodowska-Curie, e si svolge dal 2005 in 430 città dell’Unione Europea, coinvolgendo 1,6 milioni di visitatori, 36.000 ricercatori, centinaia di Centri ed Enti di ricerca, Università, associazioni e numerose altre importanti realtà impegnate nella divulgazione scientifica. Tutte le attività realizzate per la Notte Europea dei Ricercatori sono gratuite e hanno lo scopo di avvicinare i cittadini dei 27 Paesi dell’Unione Europea al mondo della scienza.

Per conoscere tutti gli altri appuntamenti: https://bit.ly/3DNmA9z

Sito: www.scienzainsieme.it    

 


Sala Stampa

News