TEMA

Alimentazione, nutrizione e sicurezza degli alimenti

Alimentazione, nutrizione e sicurezza degli alimenti

La via alimentare è tra le principali modalità di esposizione ai pericoli chimici e microbiologici in grado di produrre effetti di salute nell'uomo e nelle popolazioni animali. La dimensione globale dell'industria alimentare, i suoi volumi produttivi, le tecnologie di trasformazione delle materie prime e le connessioni con le problematiche ambientali, espongono la filiera alimentare a rischi capaci di riverberarsi sulla sicurezza degli alimenti. La via alimentare è anche la modalità attraverso cui assumiamo i nutrienti per la nostra vita e il nostro benessere. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), 1/3 delle malattie cardiovascolari e tumorali è prevenibile grazie a una corretta alimentazione e 600 milioni di persone si ammalano ogni anno, nel Mondo, a causa del cibo non sicuro.

Integrare tutte le dimensioni della relazione alimento/salute sull'intera filiera, dalla produzione al consumo, è il principio ispiratore della politica europea e l'approccio che l'Istituto Superiore di Sanità (ISS) declina in modo unitario e interdisciplinare negli ambiti della sicurezza alimentare, delle malattie a trasmissione alimentare (MTA), delle patologie a base nutrizionale e della prevenzione delle malattie cronico-degenerative.

La ricerca dell'ISS produce conoscenze che informano le azioni di sanità pubblica in merito alla sicurezza chimica e microbiologica degli alimenti, prevenzione e controllo delle zoonosi e MTA, rischi tossicologici emergenti (interferenti endocrini, nanotecnologie), stili alimentari che promuovono la salute, come la dieta Mediterranea, celiachia, allergie ed intolleranze alimentari, strategie nutrizionali per prevenire obesità e malattie croniche non trasmissibili.

L'ISS ospita Laboratori di riferimento nazionali ed europei con funzioni di coordinamento in numerosi settori della sicurezza alimentare, svolge attività di formazione, consulenza e valutazione del rischio a supporto del Servizio sanitario nazionale (SSN) e partecipa con i suoi esperti a numerosi organismi nazionali e internazionali quali European Food Safety Authority (EFSA), European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC), Codex Alimentarius, Comitato Europeo di Normazione (CEN).



Convegno Nazionale del 23 febbraio 2018 - Disturbi dell'alimentazione sensibilizzazione, diagnosi precoce e prospettive future


I disturbi dell’alimentazione sono un problema di sanità pubblica di crescente importanza ed oggetto di attenzione sul piano scientifico e mediatico per la loro diffusione e per l’esordio sempre più precoce tra le fasce più giovani della popolazione. Negli ultimi 5 anni l’Istituto Superiore di Sanità, il Ministero della Salute, la USL 1 dell’Umbria e Consult@noi, Associazione Nazionale che raggruppa associazioni di familiari e pazienti in Italia, hanno promosso una serie di iniziative, a partire dalla celebrazione della Conferenza di Consenso sui disturbi del comportamento alimentare del 2012, finalizzate ad analizzare la dimensione epidemiologica del fenomeno in Italia e quindi il carico assistenziale, a promuovere l’attivazione di programmi di prevenzione ed identificazione precoce, ad analizzare i percorsi diagnostici-terapeutici-riabilitativi mettendo a disposizione, al tempo stesso, documenti di indirizzo e linee guida da condividere con tutti gli operatori coinvolti a livello nazionale e regionale.
Il convegno intende dare continuità al lavoro svolto in quest’ambito facendo un punto sulle principali criticità e sottolineando i punti di forza delle attuali linee guida di indirizzo disponibili e gli esempi di buona pratica riassunti di recente nel Quaderno del Ministero della Salute su “Linee di indirizzo nazionali per la riabilitazione nutrizionale nei disturbi dell’alimentazione” (Quaderni del Ministero della Salute, n.17/29, settembre 2017).
Il convegno intende inoltre essere un’occasione per promuovere attività di aggiornamento della mappatura nazionale della fornitura di servizi per i disturbi dell’alimentazione non rispondenti all’effettivo fabbisogno.
L’evento è rivolto ai ricercatori, rappresentanti istituzionali, operatori sanitari e sociali ed a chiunque a vario titolo si trovi a vivere e a interessarsi di tali disturbi auspicando una fruttuosa collaborazione nel contribuire a favorire lo sviluppo di procedure, iniziative, strumenti ed azioni di programmazione per la cura ed il prendersi cura delle persone affette da queste severe patologie qualora non sia stata attuata l’identificazione precoce di tali disturbi.
Lo scopo del convegno è quello di presentare lo stato dell’arte sui disturbi dell’alimentazione presentando iniziative di sensibilizzazione, attività di prevenzione e formazione, a circa un anno di distanza dal precedente evento svoltosi lo scorso ottobre 2016 presso l’Istituto Superiore di Sanità ed analizzare le prospettive future da implementare a livello regionale in quest’ambito.


Roma, 23 febbraio 2018, ore 09:00, Istituto Superiore di Sanità - Aula Pocchiari.


organizzato da

ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ
Centro Nazionale Dipendenze e Doping

CONSULTA@NOI
Associazione Nazionale Disturbi del Comportamento Alimentare

USL UMBRIA1, REGIONE UMBRIA
Servizio Sanitario Regionale



Dipartimenti/Centri/Servizi

Centri Centro nazionale dipendenze e doping

Tematica

Alimentazione, Nutrizione e Sicurezza degli alimenti