UFFICIO STAMPA

News

null Lotta alle malattie croniche, in una Joint Action europea le buone pratiche per prevenire le malattie croniche e migliorare la qualità delle cure

ISS, 27 ottobre 2020 - Contrastare il peso delle malattie croniche – che costano ai governi dell'Unione Europea circa 115 miliardi l’anno – grazie a “buone pratiche” da adattare ai vari contesti nazionali e locali dell'UE.

Questo l'obiettivo del progetto paneuropeo CHRODIS PLUS che presenta un bilancio dei suoi tre anni (2017-2020) di attività nel corso della Conferenza di chiusura che si svolgerà online oggi 27 ottobre 2020.

CHRODIS PLUS, che ha riunito oltre 50 partner, tra cui l'ISS, da 21 paesi europei, ha sviluppato le attività del progetto CHRODIS, promosso nel 2014 dalla Commissione Europea, trasferendone nella pratica i risultati in termini di azioni pilota nei vari Paesi europei partecipanti. CHRODIS PLUS si è fatto così promotore di 21 progetti pilota per testare buone pratiche su alcune malattie croniche e ha tenuto 17 policy dialogues.

I pilastri su cui poggia il progetto, ovvero le best practices da promuovere e contestualizzare, che nel corso della conferenza saranno al centro di relazioni e tavole rotonde, sono costituiti da:

-  strumenti di promozione della salute e prevenzione primaria;

- modelli di cure integrate;

- empowerment delle persone con malattie croniche, anche con l'ausilio delle tecnologie informatiche;

- ambiente di lavoro e malattie croniche.

In particolare, CHRODIS PLUS si è focalizzato sull'implementazione dei risultati di  CHRODIS, una precedente Joint Action Europea:

- trasferendo buone pratiche sulla promozione della salute nei vari paesi europei;

- testando sul campo il nuovo modello di cura per persone con co-morbosità in Lituania, Italia e Spagna;

- implementando buone pratiche in ambiente di lavoro anche attraverso la formazione dei datori di lavoro;

- testando sul campo le raccomandazioni per migliorare la qualità delle cure per le persone con malattie croniche in Slovenia, Serbia, Croazia, Finlandia, Grecia, Bulgaria, Germania e Spagna.

Quest’ultimo aspetto è stato sviluppato nel Work Package7 “Fostering quality of care for people with chronic diseases” coordinato dall’ ISS a cui hanno partecipano 14 partner di 10 nazioni.

Approfondisci su Epicentro:

JA CHRODIS 

JA CHRODIS PLUS