TEMA

Dipendenze

Dipendenze

Le dipendenze da sostanze quali tabacco, alcol, droghe (comprese le Nuove sostanze psicoattive - NPS) e le dipendenze comportamentali (gioco d’azzardo, cibo, internet e nuove tecnologie, doping) sono importanti fattori di rischio per la salute pubblica.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) opera per la prevenzione e il contrasto di tali dipendenze, contribuendo alla conoscenza dei fenomeni dal punto di vista epidemiologico, all'ottimizzazione dei percorsi di diagnosi e cura e al miglioramento degli interventi socio-educativi, attraverso specifici settori di ricerca, controllo, vigilanza, informazione, formazione e consulenza. Svolge anche attività di counselling attraverso il Telefono Verde sulle dipendenze e il doping e offre supporto per il miglioramento della qualità della prestazione dei laboratori di farmacotossicologia del Servizio sanitario nazionale (SSN).

In particolare, il consumo di tabacco è uno dei maggiori fattori di rischio nello sviluppo di malattie tumorali, cardiovascolari e respiratorie. Fenomeno emergente è anche l’assunzione di nicotina attraverso prodotti del tabacco di nuova generazione e sigaretta elettronica. L’alcol costituisce la prima sostanza in grado di causare dipendenza ad alto impatto sociale. La tossicodipendenza oggi è rappresentata dal fenomeno dell’assunzione di più sostanze d’abuso classiche, compreso l’alcol e le nuove sostanze psicoattive.

Il disturbo da gioco d'azzardo, la dipendenza da cibo e da internet sono dipendenze di tipo comportamentale che oltre a causare disagio e/o disturbi clinicamente significativi costituiscono un problema di sanità pubblica di crescente importanza con un alto impatto nella vita quotidiana. 


null Annullato - 3 marzo 2020 – Convegno “La tutela della salute nelle attività sportive e la lotta al doping”

Considerata la situazione emergenziale causata del coronavirus, si comunica l’annullamento e il rinvio a data da destinarsi.


L’attività della Sezione per la vigilanza ed il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attività sportive (SVD) e le strategie future. 

                                            3 marzo 2020
                                            organizzato da

                              ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’
                        Centro Nazionale Dipendenze e Doping
                                                       e
                                  MINISTERO DELLA SALUTE
Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria Ufficio 6 Sezione per la vigilanza ed il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attività sportive (SVD)


Il doping, definito come “uso di sostanze o adozione di pratiche mediche non giustificati da condizioni patologiche, finalizzati al miglioramento della prestazione agonistica” rappresenta un problema riguardante non solo l´etica sportiva, ma anche la salute pubblica.
L’attività sportiva, infatti, deve essere diretta alla promozione della salute individuale e collettiva e formata/ informata al rispetto di principi etici ed educativi (Convenzione di Strasburgo, novembre 1989).
Nonostante gli sforzi compiuti dalle autorità competenti in materia di doping (NADO Italia, SVD del Ministero della Salute), il fenomeno sembra essere quanto mai diffuso, soprattutto tra gli atleti amatoriali e non professionisti.
La legge 376/00 affida alla Sezione per la Vigilanza sul Doping e per la tutela della salute nelle attività sportive (SVD) sia compiti di natura formativa/informativa che compiti di natura più strettamente “repressiva” del fenomeno (controlli antidoping sui praticanti attività sportiva). Per massimizzare l’efficacia degli interventi, tuttavia, si rende quanto mai necessaria la massima collaborazione e concertazione tra i vari attori in campo (rappresentanti delle società sportive, forze dell’ordine, medici dello sport etc.), che attraverso la condivisione delle rispettive competenze, possono rendere più incisiva la lotta contro il doping.

Scopo e obiettivi
Esaminare le principali caratteristiche epidemiologiche legate al fenomeno doping. Identificare gli aspetti socio-sanitari legati al fenomeno doping. Identificare le principali strategie e tecniche di contrasto al doping.


PROGRAMMA

Martedì 3 marzo
09.00 Registrazione dei partecipanti
10.00 Saluti dell’ On. le Ministro della Salute Roberto Speranza

I Parte
Moderatore: L. La Sala
Le attività della SVD

10.15  La lotta al doping come strumento di prevenzione per la promozione e tutela della salute
           F. Valtorta

II Parte
Moderatore: A. D’Alterio
I progetti di ricerca e di formazione finanziati dalla SVD: focus sul triennio 2016-2018

11.00  Le ricerche del Laboratorio Antidoping Italiano FMSI
           F. Botrè

11.20  Survey on Doping among Adolescent – SODA
           S. Molinaro

11.40  Effetti della criosauna sui meccanismi infiammatori e sull’assetto ormonale
           A. Cossarizza, M. Nasi

12.00  Riskio: la salute in gioco
           D. Rossi

12.20  Implementazione e valutazione dell’efficacia di un intervento di media literacy sull’uso di
           sostanze dopanti in studenti di scienze motorie
           F. Lucidi

12.40  Gioco pulito: io valgo
           L. Cecconami, M. S. Bellesi

13.00  Il Telefono Verde nazionale antidoping
           I. Palmi, L. Mastrobattista, R. Di Pirchio

13.30 chiusura dei lavori


Responsabile Scientifico dell’evento

Roberta Pacifici
Centro Nazionale Dipendenze e Doping - Istituto Superiore di Sanità
Tel. 06 49906544
roberta.pacifici@iss.it

Liliana La Sala
Direzione Generale della prevenzione sanitaria Ufficio 6 Prevenzione delle dipendenze, doping e salute mentale - Ministero della Salute
Tel. 06 59943687
l.lasala@sanita.it

Segreteria Scientifica
Ilaria Palmi
Centro Nazionale Dipendenze e Doping - Istituto Superiore di Sanità
Tel. 06 49906541
ilaria.palmi@iss.it

S. Barbato, A. D’Alterio, F. Sparaco
Direzione Generale della prevenzione sanitaria Ufficio 6 Prevenzione delle dipendenze, doping e salute mentale - Ministero della Salute
Tel. 06 59943731/3940
segr.antidoping@sanita.it

Segreteria Organizzativa
A. Bacosi, S. Di Carlo, P. Martucci
Centro Nazionale Dipendenze e Doping - Istituto Superiore di Sanità
Tel. 06 49903653
antonella.bacosi@iss.it
simonetta.dicarlo@iss.it
patrizia.martucci@iss.it


INFORMAZIONI GENERALI
Sede: Auditorium
Ministero della Salute
Ingresso: Lungotevere Ripa 1 – Roma
Destinatari dell’evento e numero massimo di partecipanti: Il convegno è destinato al personale del Servizio Sanitario Nazionale, allenatori, atleti professionisti ed amatoriali, società sportive, medici dello sport, educatori. Saranno ammessi un massimo di 220 partecipanti.

Modalità di iscrizione
La domanda di partecipazione, disponibile alla pagina www.iss.it, sezione Corsi/Convegni, deve essere debitamente compilata, stampata, firmata e inviata via fax al numero 0649902016, oppure digitalizzata ed inviata per e-mail alla Segreteria Organizzativa al seguente indirizzo antonella.bacosi@iss.it entro il 28 febbraio 2020.

Tutti i partecipanti ammessi al convegno riceveranno conferma via e-mail.
La partecipazione all’evento è gratuita. Le spese di viaggio e soggiorno sono a carico del partecipante. Inoltre verrà somministrato un questionario di gradimento dell’evento.

Attestati
Al termine della manifestazione, ai partecipanti che ne faranno richiesta sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Per ogni informazione si prega di contattare la Segreteria Organizzativa ai numeri sopra indicati.