TEMA

Dipendenze

Doping

La legge 376 del 14 dicembre 2000 stabilisce che il doping è un problema che riguarda sia l’etica sportiva, che la tutela della salute di chi pratica attività sportiva agonistica e amatoriale: per questo motivo le attività di contrasto al fenomeno del doping devono riguardare anche l’ambito sanitario. Emergente è la problematica della medicalizzazione dell’atleta e dell’uso di integratori contenenti sostanze vietate per doping e nocive per la salute.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) promuove lo sport libero dal doping e realizza attività di ricerca, formazione e informazione sulle tematiche doping-correlate.

Svolge, inoltre, attività di vigilanza sul laboratorio antidoping nazionale accreditato dall'Agenzia mondiale antidoping (World Anti-Doping Agency, WADA) e sulle procedure di controllo antidoping nelle manifestazioni sportive.

Il Telefono Verde Antidoping – 800 896970 fornisce, in modo anonimo e gratuito, consulenza e informazioni ai cittadini.


null Palestra Sicura - Kit formativo/informativo rivolto ai giovani e agli sportivi per la promozione della salute e il contrasto all'utilizzo di sostanze dopanti

Il legame tra attività fisica, sport, salute e benessere è ormai consolidato. L’attività motoria è indispensabile per il mantenimento di un buono stato di salute generale, mentre è ancora limitata la conoscenza di quei comportamenti che possono mettere seriamente a rischio la salute di chi pratica un' attività sportiva.
Accanto ai danni causati dall’uso di sostanze dopanti, che sono anche quelli meglio conosciuti e più enfatizzati per i fatti di cronaca ad essi legati, è possibile annoverare danni derivanti da cause meno conosciute, ma altrettanto dannose, che necessitano invece di essere indagate.
Una pratica sportiva non adeguata, un’attività qualitativa e/o quantitativa eccessiva, un’alimentazione scorretta, un uso/abuso di farmaci, un’erronea concezione della pratica sportiva, sono tutti fattori che possono causare danni alla salute anche gravi e spesso sottostimati. Un approccio basato sull’educazione al movimento e allo sport si rende allora necessario: troverebbe forti motivi di divulgazione tra gli esperti e forti consensi all’interno di progetti educativi e formativi che mirano alla prevenzione, alla tutela della salute e alla promozione della persona in tutti i suoi aspetti.

In tale ottica sono stati prodotti i materiali contenuti nel kit “Palestra Sicura”:
• “Non vale mai la pena”, un fi lmato in DVD, girato in una palestra con giovani che affrontano le problematiche del doping e dei disturbi alimentari.
• “L’alimentazione nelle pratiche motorie e sportive”, un manuale che mette in relazione il fabbisogno nutrizionale con le attività motorie sia in allenamento che in gara.
• “L’utilizzo illecito dei farmaci nell’attività sportiva”, un manuale che vuole fornire una informazione scientifi ca corretta che possa aiutare i giovani a fare scelte responsabili.

I materiali sono destinati ai gestori e ai responsabili tecnici delle palestre e dei centri fi tness nell’ambito delle iniziative di informazione/formazione volte alla promozione della salute degli utenti e al contrasto all’uso di sostanze e farmaci dopanti. Il cofanetto sarà un supporto utile anche per i referenti scolastici, per i dirigenti scolastici e gli insegnanti nelle loro azioni/attività volte alle promozioni di stili di vita sani e alla prevenzione del doping.