TEMA

Dipendenze

Droga

La tossicodipendenza è un tema in continua evoluzione e cambiamento, oggi rappresentato dal fenomeno dalla poli-assunzione di sostanze d’abuso classiche, compreso l’alcol e nuove sostanze psicoattive.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) studia e diffonde informazioni relative a nuovi trend di consumo di droghe classiche e nuove sostanze psicotrope, all'efficacia degli interventi di tipo preventivo, terapeutico e riabilitativo nel campo delle tossicodipendenze.

Svolge ricerca su nuovi indicatori di uso, abuso ed esposizione passiva a sostanze stupefacenti e psicotrope in matrici biologiche e non biologiche, anche a supporto e consulenza alle forze dell’ordine e alla magistratura.

L’ISS è il riferimento nazionale nel network europeo Sistema di Allerta Precoce sulle nuove sostanze psicoattive.

Il Telefono Verde Droga - 800 186070, attraverso interventi di counselling telefonico, facilita l’incontro tra la domanda dei cittadini e l’offerta dei servizi sul territorio.


null I Giovani e la Guida studio dei nuovi fattori distrattivi

LA PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI STRADALI: UN APPROCCIO GLOBALE
L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), riprendendo quanto stabilito dalla Convenzione Internazionale sulla Circolazione stradale firmata a Vienna l’8 novembre 1968, definisce un incidente stradale uno scontro che avviene su una strada urbana o extraurbana aperta al pubblico, che coinvolge almeno un veicolo e che può avere conseguenze sulla salute di chi vi è coinvolto (1).
Gli incidenti stradali rappresentano un problema prioritario per la sanità pubblica per l’alto numero di morti e di invalidità temporanee o permanenti che causano. Agli elevati costi sociali e umani si aggiungono anche elevati costi economici, che rendono il problema della sicurezza stradale un argomento di enorme importanza per tutti i Paesi.
Secondo le stime dell’OMS, nel mondo i morti per incidenti stradali sono circa 1,24 milioni e le persone che riportano ferite sono tra i 20 e i 50 milioni all’anno (2).
Gli incidenti stradali sono considerati l'ottava causa di morte a livello mondiale tra gli adulti, con un impatto simile a quello causato da molte malattie trasmissibili e sono la principale causa di morte per i giovani di età compresa tra 15-29 anni. Il trend attuale stima, inoltre, che senza adeguate contromisure, gli incidenti stradali diventeranno la quinta principale causa di morte entro il 2030. Il peso di questo problema non è distribuito in maniera uniforme nei vari paesi ed è fonte di una crescente disuguaglianza verso i Paesi in via di sviluppo <...>
R. Pacifici*, S. Pichini*, A. Bacosi*, S. Di Carlo*, L. Martucci*, C. Mortali*, A. Minutillo*, B. Riva**, R. Solimini*

*Osservatorio Fumo Alcol e Droga - Dipartimento del Farmaco Istituto Superiore di Sanità

Gruppo di lavoro dell’Osseratorio Fumo Alcol e Droga
P. Gori, S. Graziano, E. Marchei, L. Mastrobattista, I. Palmi, M. Pellegrini, M.C. Rotolo, G. Toth