TEMA

Genere e salute

Genere e salute

Lo studio delle differenze tra i sessi e lo sviluppo di una medicina genere-specifica rappresentano oggi una pietra miliare di grande importanza nel progresso delle scienze della vita. La medicina di genere, o meglio la medicina genere-specifica, consiste nello studio dell’influenza del sesso e del genere, termine che comprende anche aspetti socioculturali e psicologici, sulla fisiologia e sulle malattie che colpiscono sia gli uomini che le donne. Differenze tra i sessi, infatti, si osservano nella frequenza, nei sintomi, nella gravità di numerose malattie e anche nella risposta alle terapie e nelle reazioni avverse ai farmaci. Determinanti di salute molto rilevanti sono anche le differenze di genere negli stili di vita, spesso diversi tra uomini e donne, e nella risposta a nutrienti e contaminanti ambientali.

Un approccio di genere nella pratica clinica può contribuire notevolmente alla promozione della salute tramite un miglioramento dell'appropriatezza delle cure in grado di produrre vantaggi sia per i malati, sia per la sostenibilità del Servizio sanitario nazionale (SSN).  

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) è impegnato in attività di ricerca di base e traslazionale, nella definizione di percorsi di sensibilizzazione, formazione e aggiornamento degli operatori sanitari e nella promozione di campagne di comunicazione e informazione rivolte al cittadino allo scopo di diffondere informazioni sulla salute di genere.


null Differenze di genere nello stile di vita come fattori di rischio per il tumore del colon-retto

Il tumore del colon-retto (CRC) è una delle principali cause di mortalità per cancro nel mondo. L'incidenza e la mortalità per CRC sono in continuo aumento nel mondo e correlano con l'adozione di stili di vita occidentali e con il dilagare del sovrappeso e dell’obesità anche nella popolazione infantile. Fattori genetici, alcuni dei quali legati al sesso, così come una serie di fattori ambientali modificabili, tra cui lo stile di vita, svolgono un ruolo importante nell'eziologia del CRC. Infatti un eccessivo peso corporeo, una cattiva alimentazione e l’inattività fisica sono tra i maggiori fattori di rischio per lo sviluppo di questa patologia, con un diverso impatto in donne e uomini. Le disparità di genere rappresentano ancora un aspetto poco considerato nella gestione del CRC. Una maggiore comprensione dei processi alla base di queste differenze potrà favorire lo sviluppo di strategie di prevenzione e cura più appropriate per l’uomo e per la donna.

Bibliografia:

Lucia Conti, Manuela Del Cornò, Sandra Gessani. Revisiting the impact of lifestyle on colorectal cancer risk in a gender perspective. Critical Reviews in Oncology/Hematology 145:102834, 2020. PMID: 31790930