TEMA

Salute globale e disuguaglianze di salute

Sistemi sanitari, cooperazione internazionale e salute

La ricerca sui sistemi sanitari è la base per rafforzare e migliorare i servizi sanitari in Italia e nel mondo orientandoli all'appropriatezza e a nuovi modelli di cura e intervento basati sull'evidenza scientifica. Ciò consente di garantire a tutti l’accesso a servizi di qualità, per soddisfare i bisogni di salute, senza incorrere in difficoltà finanziarie legate al loro pagamento.

Il supporto a programmi nazionali di sviluppo sanitario, in particolare nei paesi a basso e medio reddito (assistenza tecnica), e la collaborazione tecnica in progetti di cooperazione internazionale, in particolare per quanto concerne la componente di ricerca-azione, si esplica attraverso collaborazioni con organizzazioni e agenzie internazionali, organi governativi e non governativi (ONG), università, società civile e comunità.


null Risultati a lungo termine di procedure diagnostiche e terapeutiche

Studio PRIORITY - PRedictIng long-term Outcomes afteR Isolated coronary arTery bypass surgerY

La ripartizione delle risorse cliniche ed economiche è un problema emergente nella gestione della salute. Un aggiornamento utile dipende necessariamente dalla valutazione dei risultati a lungo termine delle procedure diagnostiche e terapeutiche, che possa consentire di evidenziare i limiti, migliorare la qualità delle cure, e ridurre i costi sanitari. Lo studio PRIORITY rappresenta un primo passo verso tale aggiornamento in un campo selezionato, la chirurgia per la malattia coronarica, che rappresenta una delle più diffuse malattie e richiede allocazione di risorse ad alto costo. Gli obiettivi di questo studio sono: a) identificazione di fattori di rischio pre-operatori utili a predire risultati a lungo termine e 2) sviluppo di score di rischio che possano guidare medici e sistema sanitario ad ottenere migliori risultati clinici e riduzione dei costi.
La malattia coronarica (CHD) è una delle principali patologie in tutto il mondo. Il bypass coronarico (CABG) è il trattamento più efficace per CHD. In Italia vengono eseguiti oltre 20000 CABG ogni anno. La rivascolarizzazione chirurgica fornisce i migliori risultati perioperatori, ma ancora sono disponibili poche informazioni sulla mortalità e morbidità a lungo termine. Buona parte delle risorse economiche del Paese sono costantemente deviate nella sanità, soprattutto per il crescente costo legato alle malattie croniche come la CHD. Proposte politiche e progetti dimostrativi stanno esplorando modi differenti per migliorare le cure e ridurre i costi. La valutazione del rischio di mortalità perioperatoria non è più ritenuto un indice di qualità adeguato e sufficiente e si stanno, pertanto, valutando nuovi parametri qualitativi ed economici, come i tassi di mortalità/morbilità e riospedalizzazione a lungo termine.
Lo studio PRIORITY fornirà modelli di rischio per la predizione di esiti a medio/lungo termine dopo CABG isolato. Un calcolatore di rischio on-line consentirà ai medici di identificare i soggetti con decorso post-operatorio potenzialmente complicato, potendo così agire per migliorare il profilo di rischio prima dell'intervento chirurgico. Il Sistema Sanitario Nazionale potrà utilizzare questi strumenti per migliorare l’allocazione delle risorse, in quanto i modelli permetteranno di calcolare il rischio di re-ospedalizzazione al follow-up ed i relativi costi per ogni paziente, identificando così sottogruppi con necessità di cure aggiuntive post-intervento.
Inoltre, questi strumenti creeranno una base per un programma di valutazione della qualità, in quanto consentiranno l'identificazione dei pazienti con un decorso previsto senza eventi, che poi invece svilupperanno complicanze e richiederanno riospedalizzazioni.
Lo studio “PRIORITY - PRedictIng long-term Outcomes afteR Isolated coronary arTery bypass surgerY” è stato finanziato nell’ambito del bando per la Ricerca Finalizzata 2013.

Articoli correlati

F Barili, S Rosato, P D’Errigo, A Parolari, D Fusco, C Perucci, L Menicanti, F Seccareccia. Impact of off-pump coronary artery bypass grafting on long-term percutaneous coronary interventions. Journal of Thoracic and Cardiovascular Surgery 2015 Oct;150(4):902-9.e1-6