ATTIVITA'

Osservatorio Demenze

null Pazienti, familiari e caregiver

Quella delle demenze è una condizione che colpisce moltissime persone; il manifestarsi delle demenze è correlato all’avanzare dell’età, e si prevede che nei prossimi anni il problema interesserà un numero sempre maggiore di individui, con un rilevante impatto sanitario e sociale su tutta la nostra comunità.

Quando si ha una demenza, si perde la capacità di prendersi cura di sé stessi, a causa di difficoltà nel ragionamento, nella memoria, nelle abilità sociali e di pianificazione. Queste problematiche sono spesso accompagnate da disturbi nella sfera emotiva e in quella delle relazioni con gli altri (agitazione ed ansia, aggressività, depressione, cambiamenti nella personalità e nelle abitudini).

Una persona con demenza può avere difficoltà a ricordare avvenimenti recenti, ad orientarsi nello spazio e nei luoghi, a riconoscere la funzione di oggetti di uso quotidiano, a svolgere compiti complessi – ma anche a svolgere attività di tutti i giorni, come pagare le bollette, vestirsi, cucinare.  A volte, possono essere gli amici o i parenti, che frequentano da lungo tempo e conoscono bene la persona, a rendersi conto di queste difficoltà e di possibili cambiamenti nella personalità del proprio caro.

In tutti questi casi, il medico di medicina generale è la figura a cui rivolgersi, perché potrà valutare se sia il caso di sottoporre il suo paziente a dei semplici test cognitivi e prescrivere alcuni esami clinici.
Sarà poi lo stesso medico a valutare se la condizione del proprio assistito richieda altri approfondimenti in centri medici specialistici per i problemi cognitivi (CDCD - Centri per i Disturbi Cognitivi e Demenze).