Malattie cardiovascolari, dismetaboliche e dell’invecchiamento

Responsabile: Dott.ssa Simona Giampaoli
telefono: +39064990.4231
mail:  simona.giampaoli@iss.it   pec:  dmcdi@pec.iss.it

 

Promozione della salute e della longevità della popolazione attraverso attività di ricerca eziologica, traslazionale, clinica, epidemiologica, tecnologica, e di prevenzione nell’ambito delle patologie cardiovascolari, dismetaboliche e associate all’invecchiamento, che, nel loro insieme, costituiscono l’area a maggior impatto in termini di morbosità, invalidità e mortalità per la popolazione.

Il Dipartimento si avvale di competenze multidisciplinari e dispone di studi longitudinali su campioni di popolazione generale adulta supportati da banche di campioni biologici, di registri di patologia e di farmacovigilanza, ed esegue ricerca in vitro e in vivo sul ruolo di nuovi biomarcatori. Un contributo importante a supporto del SSN è quello dello sviluppo, applicazione, valutazione, regolamentazione e gestione delle nuove tecnologie in relazione ai temi indicati. Infine, formazione e informazione costituiscono azioni strategiche nelle varie aree, per diffondere conoscenza ed evidenze scientifiche ai decisori, agli operatori, ai cittadini, per tutelare e promuovere la salute e l’invecchiamento in salute.

Organizzazione interna

Il Dipartimento è organizzato in una Unità Operativa Nuovi Biomarcatori ed Epidemiologia Clinica diretta da Marco Gabbianelli (marco.gabbianelli@iss.it), dedicata alla conduzione di ricerca in vitro e in vivo su nuovi biomarcatori e nuove tecniche strumentali per la diagnosi precoce e il trattamento delle patologie cronico-degenerative, e per l’individuazione di nuovi principi terapeutici.

Le banche dati, inclusa la banca biologica, lo studio e il perfezionamento di dispositivi clinici e la creazione di database specifici nell’ambito delle malattie cardio-cerebrovascolari, dismetaboliche e dell’invecchiamento sono coordinate dal direttore del Dipartimento.

Aree di ricerca scientifica

  1. Coorti di popolazione generale adulta seguite longitudinalmente e grandi banche dati: valutazione del rischio cardiovascolare e del profilo di rischio favorevole, dello scompenso cardiaco e del diabete; sviluppo di nuove tecnologie per la raccolta e l’analisi di dati e per la cooperazione internazionale nella prevenzione.
  2. Studio dei meccanismi fisiopatologici alla base di eventi infiammatori e trombotici in soggetti a rischio cardio-cerebrovascolare
  3. Prevenzione ed eziopatogenesi del diabete e delle sue complicanze e di altre patologie endocrino-metaboliche ad elevato impatto socio-sanitario
  4. Healthy-Active Ageing – Aspetti epidemiologici e strumenti di valutazione per il recupero e il mantenimento funzionale dell’anziano
  5. Health Information System: studi di interconnessione dei dati provenienti da studi longitudinali, dispositivi medici e indagini di popolazione con dati amministrativi.

Attività istituzionale:

Terza Missione

Allegati

Commenti chiusi