Registri e Sorveglianze

Registro nazionale Gemelli

Registro Nazionale Gemelli


Il Registro Nazionale Gemelli (RNG) è un progetto di ricerca dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) promosso dal Ministero della Salute dal 2001. L’Istituto Superiore di Sanità è l’organo tecnico-scientifico del servizio sanitario nazionale e svolge attività di ricerca e controllo per la tutela della salute pubblica in Italia. I gemelli vengono identificati attraverso la collaborazione con le Anagrafi comunali italiane e invitati ad iscriversi al RNG tramite l’invio postale di una nota informativa, di un modulo di consenso e di un questionario di arruolamento. E’ inoltre possibile iscriversi volontariamente (scrivendo a registro.nazionale.gemelli@iss.it). Il RNG opera da sempre nel rispetto della normativa sul trattamento dei dati personali e tutta la documentazione è aggiornata in base alle disposizioni del Reg. EU 679/2016, anche detto GDPR.

 Perché si studiano i gemelli

Ci sono due tipi di gemelli: i gemelli monozigoti (MZ), geneticamente identici, sempre dello stesso sesso e i gemelli dizigoti (DZ) che condividono in media il 50% del materiale genetico, al pari di normali fratelli, e possono essere anche di sesso differente.  Sia i MZ che i DZ condividono i fattori della vita intra-uterina, nonché le esposizioni dell’ambiente familiare e domestico nell’infanzia.

Il metodo gemellare permette di attribuire quanta parte di una certa caratteristica di salute o di malattia in studio dipenda dal patrimonio genetico, dalle esposizioni ambientali e comportamentali condivise all’interno della famiglia, o da quelle individuali. Essenzialmente il metodo gemellare si basa sul confronto delle somiglianze di tale caratteristica di salute o di malattia all’interno delle coppie MZ rispetto a quelle DZ: un’eventuale maggiore somiglianza osservata tra le prime può essere assunta come indice di maggiore influenza genetica. Se invece i gemelli delle coppie MZ non sono più simili tra di loro di quanto lo siano i gemelli delle coppie DZ, è possibile supporre che i geni abbiano poca importanza, e che siano invece i fattori ambientali (es. dieta, fumo, attività fisica, etc.) a spiegare prevalentemente la caratteristica.

Le conoscenze che derivano dagli studi gemellari sono essenziali per l’elaborazione di nuove ipotesi sulle cause delle malattie e per l’impostazione di campagne di prevenzione. Grazie alla collaborazione dei gemelli è possibile, quindi, migliorare la conoscenza sui fattori che determinano lo stato di salute di tutta la popolazione.