ATTIVITÀ

Laboratorio nazionale di riferimento per il trattamento degli alimenti e dei loro ingredienti con radiazioni ionizzanti

Il laboratorio di riferimento

Il 25 maggio 2020, ai sensi dell’art. 100 del Regolamento (UE) 625/2017, il Ministero della Salute ha designato quale “Laboratorio Nazionale di Riferimento per il trattamento degli alimenti e dei loro ingredienti con radiazioni ionizzanti” il Dipartimento di Sicurezza Alimentare, Nutrizione e sanità pubblica Veterinaria” (SANV) dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e la “Struttura complessa di Chimica” dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata (IZSPB).

I laboratori designati, integrando le proprie attività e in funzione delle diverse competenze ed attribuzioni istituzionali, operano per:

  • sviluppare e validare metodi analitici
  • definire linee guida per la validazione dei metodi
  • organizzare e gestire annualmente test intercomparativi per l’assicurazione della qualità delle prove
  • fornire supporto tecnico scientifico ai laboratori deputati al controllo ufficiale
  • fornire assistenza tecnico-scientifica al Ministero per la predisposizione del Piano Nazionale di controllo ufficiale sugli alimenti e i loro ingredienti trattati con radiazioni ionizzanti
  • gestire, raccogliere e validare i dati del controllo ufficiale mediante il sistema SINAI (sistema informativo nazionale alimenti irradiati) messo a punto e sviluppato dall’IZSPB
  • organizzare workshop annuali per i laboratori
  • analisi di revisione

Il Dipartimento di Sicurezza Alimentare, Nutrizione e sanità pubblica Veterinaria si avvale della collaborazione del Servizio Grandi Strumentazioni e Core Facilities (FAST) dell’ISS per lo sviluppo, studio e validazione dei metodi di tipo fisico basati sulle tecniche di luminescenza e di risonanza di spin elettronico.