ATTIVITÀ

OCSE

null Approcci integrati alla sperimentazione e alla valutazione (IATA)

OECD IATA Case Studies Project

Referenti per l’Italia: Chiara Laura Battistelli, Cecilia Bossa e Olga Tcheremenskaia, Istituto Superiore di Sanità, Dipartimento di Ambiente e Salute

Gli approcci integrati alla sperimentazione e alla valutazione, Integrated Approaches to Testing and Assessment (IATA), sono approcci per la valutazione della sicurezza chimica, basati sull’analisi integrata delle informazioni esistenti ed alla generazione di nuove informazioni, utilizzando strategie di test. Gli IATA seguono un approccio iterativo per rispondere ad uno specifico contesto normativo, tenendo conto del livello accettabile di incertezza associato al contesto decisionale al quale si applicano. Esiste una gamma di IATA: da approcci più flessibili e non formalizzati basati sul giudizio esperto (ad es. che utilizzano metodi di raggruppamento e read-across) ad approcci più strutturati basati su regole definite (chiamati Defined Approaches, DAs). Uno IATA può includere una combinazione di metodi e può includere i risultati di uno o più approcci metodologici, come (Q)SAR, read-across, esperimenti in chemico/in vitro/ex vivo/in vivo, tecnologie omiche (es. tossicogenomica), e in generale New Approach Methodologies (NAMs). 

Gli IATA sempre più spesso si basano sulla descrizione meccanicistica dell’evento avverso, formalizzata mediante Adverse Outcome Pathways (AOPs). In questo caso la strategia integrata di test è tale da mappare gli eventi chiave (Key Events, KE) che portano dall’evento iniziale a livello molecorare (Molecular Inititating Event, MIE) all’evento avverso finale.

Il progetto "OECD IATA Case Studies" ha come obiettivo quello di favorire l’utilizzo degli IATA nel risk assessment tramite lo sviluppo di casi studio, che costituiscono esempi di previsioni adatte all'uso normativo per cui sono stati sviluppati. Lo scopo è creare una comprensione comune dell'utilizzo di nuove metodologie e la generazione di considerazioni e/o guide derivanti dai casi di studio.

Il progetto consente ai paesi membri di condividere ed esplorare l'uso di nuove metodologie negli approcci integrati di test e la loro valutazione all'interno di specifici contesti normativi.