Malattie infettive

Responsabile: Dr. Giovanni REZZA
telefono: 06  49906133
mail: direzione.dmi@iss.it

MISSION

I sistemi di sorveglianza e i registri, istituiti con D.P.C.M. 3 marzo 2017 “Identificazione dei sistemi di sorveglianza e dei registri di mortalità, di tumori e di altre patologie”, rappresentano la spina dorsale del DMI e hanno lo scopo di garantire un sistema attivo di raccolta sistematica di dati anagrafici, sanitari ed epidemiologici per registrare e caratterizzare tutti i casi di rischio per la salute, di una particolare malattia e dei suoi trattamenti ed esiti o di una condizione di salute rilevante in una popolazione definita. Essi sono articolati in a) un livello regionale, che tratta i dati provenienti dagli organismi sanitari e dai servizi socio sanitari operanti nel proprio territorio e b) in un livello nazionale, che tratta i dati provenienti dal livello regionale. Il Dipartimento gestisce, nell’ambito del suddetto DPCM, n. 15 Sistemi di Sorveglianza.

Al Dipartimento fanno capo i seguenti Laboratori di Riferimento Internazionali e Nazionali:

  • WHO Collaborating Centre for Reference and Research on Poliomyelitis
  • National Influenza Centre-WHO Collaborating Centre
  • WHO Collaborating Centre for the Epidemiology, Detection and Control of Cystic and Alveolar Echinococcosis
  • World Organization for Animal Health (OIE) – Reference Laboratory for Trichinellosis
  • European Union Reference Laboratory for Parasites
  • WHO Collaborating Centre for Measles and Rubella
  • Laboratorio Nazionale di Riferimento per le Malattie Batteriche Invasive
  • Laboratorio Nazionale di Riferimento per Arbovirus
  • Laboratorio Nazionale di Riferimento per l’Epatite A
  • Laboratorio Nazionale di Riferimento per le Legionelle
  • Laboratorio Nazionale di Riferimento per le Leptospirosi
  • Laboratorio Nazionale di Riferimento per Enterobatteri
  • Laboratorio Nazionale di Riferimento per la Trichinellosi

 

VISION
  • Promuovere iniziative mirate a rafforzare la collaborazione tra le varie entità anche attraverso tavoli tecnici per l’implementazione delle sorveglianze
  • Promuovere corsi di aggiornamento e formazione avanzata per gli operatori del settore (workshop annuali, corsi, ospitalità in laboratorio)
  • Mettere a  punto  raccomandazioni  e  procedure  sulla  diagnostica  avanzata  (esempio,  uso  del sequenziamento genomico)
  • Studiare la risposta immunitaria alle vaccinazioni, la durata di protezione e l’efficacia. Le attività di ricerca saranno basate su competenza, differenziazione e integrazione disciplinare e in accordo con la programmazione sanitaria nazionale ed internazionale
  • Integrare l’approccio bio-medico con quello psico-socio-comportamentale attraverso studi osservazionali rivolti alla popolazione generale  e a target specifici

 

InfluNet: Sorveglianza Virologica

http://old.iss.it/fluv/index.php?lang=1&anno=2018&tipo=5#

 

Commenti chiusi