Servizio biologico

Responsabile: Dr.ssa Laura Nicolini
telefono: +39-6-49902566
mail: laura.nicolini@iss.it

 

MISSION

Promuovere e tutelare la salute pubblica rappresentano gli aspetti fondamentali della mission dell’Istituto Superiore di Sanità. In questo contesto vengono svolte le attività che attuano, nel loro insieme, la mission del Servizio Biologico (SB): “Studio e valutazione degli aspetti relativi al rischio biologico incluse le attività di formazione, ricerca, produzione, controllo e gestione”. Lo studio dei microorganismi e le biotecnologie microbiche sono quindi alla base delle attività di controllo e di ricerca svolte dal SB che mirano a fornire un servizio atto a garantire un supporto analitico di qualità ed una collaborazione tecnico-scientifica competente.

VISION

Le azioni alla base della vision del SB sono dirette verso il raggiungimento di due obiettivi la cui componente principale è la tutela della salute pubblica nei confronti del rischio biologico associato alla presenza dei microrganismi. La prima delle due azioni persegue l’obiettivo di garantire al cittadino -tramite un controllo analitico certificato- la qualità dei medicinali e dei dispositivi medici sterili presenti sul mercato; la seconda opera con l’obiettivo di supportare i progetti e le linee di ricerca che- sfruttando la coltivazione dei microorganismi in impianto pilota- permettono la messa a punto e lo studio dei parametri coinvolti nella crescita microbica, nella patogenicità e lo studio di proteine di interesse sanitario. 

ORGANIZZAZIONE

Le attività svolte dal SB sono costituite principalmente da servizi forniti in conto terzi alle strutture dell’ISS e ad Enti esterni quali l’Agenzia Italiana del Farmaco, il Ministero della Salute, i Carabinieri, la Guardia di Finanza, la Magistratura e l’Università. L’attività di ricerca scientifica si colloca nelle materie delle linee di ricerca triennali del Ministero della Salute, area 3: “Studio delle malattie da agenti infettivi e ricerca evidence-based su patogeni, sulle risposte dell’ospite umano all’infezione e sulle terapie” mentre l’attività di ricerca istituzionale consiste nell’emissione di pareri, valutazioni, controlli, ispezioni e certificazioni ed è svolta da tutto il personale coordinato dalle diverse figure professionali.

 

 

 

Commenti chiusi