Centro nazionale per il controllo e la valutazione dei farmaci

Direttore: Dott. Carlo Pini
telefono: (+39) 06 4990 2585
mail: direzione.cncf@iss.it

Attività del centro

Il Centro Nazionale per il Controllo e la Valutazione dei Farmaci (CNCF) si occupa di valutare la qualità dei farmaci che vengono commercializzati, al fine di garantire che il paziente/soggetto trattato con un determinato farmaco abbia la certezza di ricevere un medicinale di primaria qualità e conforme a quanto descritto nel dossier autorizzato dall’Agenzia Regolatoria Nazionale o Internazionale.
I laboratori di controllo dei farmaci, quali il CNCF  sono presenti in quasi tutti i paesi membri dell’Unione Europea e operano nell’ambito di una rete internazionale, definita OMCL Network coordinata dallo European Directorate for the Quality of Medicines & HealthCare (EDQM), organo tecnico scientifico del Consiglio d’Europa con sede a Strasburgo. 
In qualità di Laboratorio Ufficiale per il Controllo dei Medicinali Italiano, l’Istituto per il tramite del Centro svolge attività di sorveglianza nell’ambito del Programma di Controllo Annuale (PCA) su mandato dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) o di altre istituzioni internazionali congiuntamente, per quanto riguarda i saggi di sterilità e la ricerca di endotossine, al Servizio Biologico di questo Istituto.  A livello nazionale i campioni dei farmaci vengono prelevati sul territorio dai Carabinieri del NAS su richiesta dell’AIFA nell’ambito del PCA. La scelta dei medicinali da sottoporre ogni anno a prelievo dal mercato, è stabilita dall’AIFA dopo parere consultivo del CNCF.  A livello europeo, la stessa attività relativa ai medicinali autorizzati dall’EMA (Centrally Authorised Products - CAP) viene coordinata dall’EDQM unitamente all’ European Medicines Agency (EMA) e l’attività è svolta dagli OMCL del Network. 
Tale attività riguarda farmaci chimici e biologici ed è di fondamentale importanza, al fine di garantire la qualità e la sicurezza del medicinale assunto dal paziente/soggetto.  L’attività non è esclusivamente pianificata e legata al PCA ma riguarda anche i medicinali che abbiano mostrato difetti di qualità o presenza di corpi estranei ovvero che, dopo somministrazione ai pazienti, abbiano causato reazioni avverse o mostrato mancanza di efficacia.
Gli esperti del CNCF non si occupano solo di attività analitica su farmaci ma valutano, su richiesta di AIFA la documentazione relativa ai processi di produzione e alla qualità dei farmaci chimici e biologici per quanto concerne le richieste di immissione in commercio dei medicinali. Insieme all’attività di controllo analitico, l’attività di valutazione rappresenta un contributo fondamentale a garantire la qualità e la sicurezza di un farmaco, nel rispetto delle norme e delle linee guida nazionali ed internazionali.
Inoltre, su richiesta di altri enti pubblici nazionali ed internazionali, gli esperti del CNCF svolgono attività di parere risguardo ad aspetti specifici di qualità e sicurezza di farmaci biologici e chimici. Infine, in collaborazione con AIFA, gli esperti del CNCF svolgono ispezioni GMP (Good Manufacturing Practice) ad officine farmaceutiche in ambito Nazionale ed Europeo.
In sintesi, il CNCF si adopera affinché i medicinali, dopo essere stati autorizzati alla commercializzazione, vengano controllati, in varie fasi del loro periodo di validità, per garantire che il cittadino/paziente riceva sempre medicinali di prima qualità, conformi a quanto autorizzato e in linea con gli obblighi di legge. 
 


Organizzazione del centro

Il centro è articolato in due Reparti  e una Direzione del Centro. Alla Direzione afferiscono varie attività brevemente descritte. 

Segreteria del Direttore, amministrativa  e del personale  e Segreteria tecnica 
Le Segreterie sono sotto la responsabilità della Direzione e a supporto dell’attività di tutto il Centro.
Il personale delle Segreterie gestisce in entrata e in uscita la documentazione, sulla base delle competenze identificate nell’ambito del sistema di Gestione della qualità. 

Team degli assicuratori della qualità 
Considerata la rilevanza delle attività svolte e dell’evidente impatto dei risultati analitici generati, è indispensabile fornire garanzie adeguate ed ottenere risultati affidabili nel rispetto della Norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025. Per tale motivo è formalizzato un Sistema di gestione della qualità supportato da un team di assicuratori della qualità. Il CNCF viene regolarmente sottoposto ad audit da parte dell’European Directorate for the Quality of Medicine and Healthcare (EDQM).

Segretariato della Farmacopea ufficiale
Il Segretariato della Farmacopea ufficiale è la struttura tecnico-scientifica che permette lo svolgimento e l’attuazione dell’insieme delle attività connesse con l’elaborazione e la pubblicazione della Farmacopea Italiana, l’attività tecnica di supporto necessaria e tutte le attività derivanti dalla partecipazione dell’Italia ai lavori per l’elaborazione della Farmacopea Europea (Strasburgo, 22 luglio 1964 /Serie dei Trattati Europei n.50  e legge n. 757 del 22.10.1973) e per la sua messa in vigore nel proprio territorio.
Il Segretariato costituisce il punto nazionale di riferimento per i rapporti con il Segretariato della Farmacopea Europea, (European Pharmacopoeia Department - EPD, presso EDQM). In questo ambito il Segretariato è anche di supporto e coordinamento all’attività della Delegazione italiana in seno alla Commissione della Farmacopea Europea e agli Esperti nazionali che partecipano ai gruppi di esperti incaricati dell’elaborazione di monografie e capitoli della Farmacopea Europea e ha contatti con le autorità regolatorie quali l’AIFA, il Ministero della Salute, la Direzione generale dei dispositivi medici e del servizio farmaceutico e con i rappresentanti di categorie quali la Federazione italiana degli Ordini dei farmacisti (FOFI), Federfarma, la Società italiana di farmacia ospedaliera e dei servizi farmaceutici delle aziende sanitarie (SIFO), la Società italiana farmacisti preparatori (SIFAP), Aschimfarma, l'Associazione farmaceutici industria (AFI), l'Associazione nazionale industrie farmaci generici e biosimilari (Assogenerici), l'Associazione italiana di medicina nucleare ed imaging molecolare (AIMN), CPA.

Attivita’ durante l’emergenza COVID

A partire da marzo 2020, a seguito della situazione emergenziale provocata dalla pandemia da COVID-19, il Segretariato di Farmacopea Ufficiale partecipa in maniera attiva ai lavori in ambito di Farmacopea Europea, volti a gestire e ad integrare per quanto di competenza, le informazioni potenzialmente utili ai vari stakeholder interessati alla problematica. A tale proposito si segnala che sul sito dell’European Directorate for the Quality of Medicines (EDQM) è stato attivato il seguente link: https://www.edqm.eu/en/news/edqm-provides-covid-19-vaccine-developers-free-access-quality-standards-applicable-europe a cui si può accedere gratuitamente, previa registrazione. Attraverso questo link la Farmacopea Europea ha ritenuto utile condividere informazioni che fino ad oggi non era possibile consultare in modo gratuito, e che potrebbero essere di supporto allo sviluppo di vaccini o altri farmaci anti COVID-19.

 

Reparto farmaci biologici e biotecnologici
Direttore:  Dott. Giulio Pisani
telefono: (+39) 06 4990 3039
mail: giulio.pisani@iss.it

Il Reparto farmaci biologici e biotecnologici svolge principalmente attività di controllo della qualità dei vaccini e degli emoderivati nell’ambito del network europeo dei Laboratori ufficiali di controllo dei medicinali (Official Medicines Control Laboratory, OMCL) coordinato dall’European Directorate for the Quality of Medicines and HealthCare (EDQM) nell’ambito di un sistema di assicurazione della qualità, conforme alle norme ISO 17025. Inoltre il Reparto è un WHO - Contracted Laboratory ed aderisce al WHO Global Network for Biologicals.  
Le altre attività analitiche del Reparto vengono svolte nell’ambito della Sorveglianza Post Marketing nazionale ed europea e della farmacovigilanza.
Accanto all’attività di controllo, il Reparto svolge una rilevante attività di sviluppo di metodi analitici e di preparazioni di riferimento in collaborazione con organismi internazionali - World Health Organization (WHO), National Institute for Biological Standards and Control (NIBSC), European Directorate for the Quality of Medicines and HealthCare (EDQM) - e la valutazione della parte di qualità dei dossier per l’autorizzazione all’immissione in commercio di vaccini, emoderivati ed altri farmaci biologici e biotecnologici, sia in ambito nazionale che europeo.

Approfondisci

Il Reparto farmaci biologici e biotecnologici svolge attività di controllo dei vaccini e degli emoderivati nell’ambito del network europeo dei Laboratori ufficiali di controllo dei medicinali (Official Medicines Control Laboratory, OMCL) coordinato dall’European Directorate for the Quality of Medicines (EDQM) in un sistema di assicurazione della qualità, conforme alle norme ISO 17025. Il Reparto è anche un WHO - Contracted Laboratory e aderisce al WHO Global Network for Biologicals.


Attività di controllo

Le principali attività di controllo riguardano:

  • controllo di lotti di emoderivati e vaccini batterici/virali, prima dell’immissione in commercio, con il rilascio di Certificati Europei, validi in tutti gli Stati membri dell’Unione Europea
  • controllo dei pool di plasma destinati al frazionamento industriale per la produzione di emoderivati, con l’emissione di Certificati di approvazione, validi in tutti gli stati Membri dell’Unione Europea
  • esecuzione di saggi specifici (es. MAPREC) per conto di altri OMCL
  • esecuzione di saggi specifici nell’ambito del Programma di controllo annuale dei farmaci a livello nazionale (AIFA) ed europea (EDQM) e analisi pertinenti su segnalazioni di farmacovigilanza su vaccini, emoderivati ed altri farmaci biologici e biotecnologici

Attività di valutazione

Le principali attività di valutazione riguardano:

  • valutazione della parte di Qualità di dossier ai fini dell’Autorizzazione all'immissione in commercio (AIC) - o per variazioni dell'AIC - di vaccini, emoderivati ed altri farmaci biologici e biotecnologici e di terapia genica sia in ambito nazionale (Procedure nazionali) sia in ambito europeo (Procedure centralizzate, decentrate e di mutuo riconoscimento)
  • valutazione di dossier di plasma master file nell'ambito della loro certificazione, sia a livello nazionale in collaborazione con l’Agenzia Italiana del Farmaco e del Centro nazionale sangue (certificazione AIFA), sia a livello europeo (certificazione European Medicines Agency)
  • valutazione dei dossier presentati per la richiesta di autorizzazione alla Sperimentazione clinica di fase I (DPR 439 /2001, del D.Lvo 211/2003 e del D.Lvo 200/2007), relativamente agli aspetti della qualità e della sicurezza virale di farmaci biologici/biotecnologi e per la terapia genica
  • valutazione di dossier per Procedure nazionali e centralizzate di Scientific Advice e Protocol Assistance, per gli esclusivi aspetti di qualità, finalizzate a fornire pareri tecnici con lo scopo di facilitare lo sviluppo di farmaci biologici e biotecnologici di alta qualità per il beneficio dei pazienti
Accanto alle principali attività di controllo e valutazione sopra riportate, nel Reparto si svolgono anche le seguenti attività:
  • elaborazione delle monografie di Farmacopea Europea attraverso la partecipazione ai lavori dei Gruppi di esperti
  • partecipazione a Commissioni e a Gruppi di lavoro nazionali e internazionali.
  • elaborazione di linee guida e documenti correlati mediante la partecipazione ai relativi drafting group, in ambito nazionale ed europeo
  • ispezioni Good Manufacturing Practice (GMP) alle officine farmaceutiche
  • ricerca applicata allo sviluppo e standardizzazione di metodi analitici volti a valutare qualità e sicurezza dei farmaci biologici e biotecnologici e per le terapie avanzate
  • ricerca applicata allo sviluppo di metodi alternativi ai saggi in vivo
  • validazione di preparazione di riferimento per vaccini
  • ricerca applicata allo sviluppo di metodologie innovative per la valutazione dei farmaci emoderivati
  • ricerca applicata allo sviluppo di nuove metodologie per la diagnosi di anemia ereditaria mediante termogravimetria e associata alla chemiometria
  • diagnostica di anemia emolitica ereditaria da difetto enzimatico e di membrana del globulo rosso
  • produzione di preparazioni di riferimento per i Servizi trasfusionali da utilizzare nei saggi sierologici e molecolari per la qualificazione del donatore
  • organizzazione di studi valutazione esterna di qualità (VEQ) per saggi sierologici e molecolari
Organizzazione del Reparto

Organizzazione dell’attività nell’ambito delle Norme ISO 17025 e ISO 9001. L’attività del Reparto è organizzata in otto sezioni, quattro dedicate all’attività di controllo dei vaccini ed emoderivati, tre per gli altri farmaci biologici/biotecnologici e per la terapia genica ed infine una di statistica. È presente anche una sezione di valutazione che opera trasversalmente, a seconda delle specifiche competenze del personale afferente al Reparto. A ciascuna sezione è assegnato un coordinatore responsabile del coordinamento delle attività.

Attività di controllo e valutazione
  • attività di valutazione e controllo della qualità di immunoglobuline per uso umano, normali ed iperimmuni, destinate sia al mercato nazionale/UE, nell’ambito dell’OCABR (Batch Release), che al mercato estero-non UE (Testing certificate)
  • attività di controllo e certificazione di pool di plasma da utilizzare per la produzione di emoderivati per uso umano, svolta nell’ambito dell’OCABR
  • attività di sorveglianza Post-Marketing delle immunoglobuline nell’ambito del Programma di controllo annuale (PCA) dell’AIFA
  • attività di valutazione dei dossier di Plasma Master File (PMF), ai fini della loro certificazione nazionale ed europea, per assicurare qualità e sicurezza del plasma destinato alla produzione di emoderivati per uso umano
  • attività di valutazione e di controllo connessa alla difettosità delle immunoglobuline per uso umano ed alle reazioni avverse
  • attività di valutazione dei Dossier ai fini dell’AIC, relativamente agli aspetti di qualità e sicurezza nei confronti degli agenti avventizi, delle immunoglobuline per uso umano nell’ambito di procedure nazionali ed europee (Mutuo riconoscimento, decentralizzate e centralizzate)
  • emissione di pareri tecnico-scientifici nelle materie di competenza in seguito a valutazione della relativa documentazione
Attività di ricerca
  • partecipazione a studi collaborativi internazionali volti alla definizione di nuovi standard o preparazioni di riferimento, da utilizzare per saggi di amplificazione di acidi nucleici virali (NAT) e saggi immunobiologici
  • messa a punto e standardizzazione di metodiche analitiche, con particolare riferimento a metodiche NAT, mediante la partecipazione a studi collaborativi internazionali;
  • sviluppo e distribuzione di preparazioni di riferimento calibrate in Unità Internazionali, da utilizzare in tecniche NAT per i virus HCV, HIV ed HBV
  • organizzazione di studi di Valutazione esterna di qualità (VEQ), per le tecniche NAT applicate ai genomi virali (HCV, HIV ed HBV). I risultati di questi studi trovano applicazione nel settore dello screening e del controllo degli emoderivati
Altre attività
  • partecipazione ai lavori di organismi nazionali ed internazionali: EMA, OMCL Network, Gruppi 6 e 6B della Farmacopea Europea
  • elaborazione di monografie in connessione con la partecipazione ai lavori dei Gruppi 6 e 6B della Farmacopea Europea
  • partecipazione alla stesura di linee guida EMA concernenti il PMF

Sezione emoderivati 2 (EMO-2)
Coordinatore:
Dott.ssa Patrizia Caprari

Attività di controllo e valutazione

  • attività di valutazione e di controllo dei medicinali emoderivati albumina, concentrati di fattori della coagulazione (FVIII, FIX, complesso protrombinico), antitrombina III, colla di fibrina e plasma umano inattivato, destinati sia al mercato nazionale che europeo, prima dell’immissione in commercio, nell’ambito dell’OCABR
  • attività di Sorveglianza Post-Marketing sulle composizioni dei medicinali emoderivati ed eparine nell’ambito del PCA dell’AIFA
  • attività di farmacosorveglianza su segnalazione di inefficacia o reazioni avverse relative a farmaci emoderivati ed eparine
  • emissione di pareri tecnico-scientifici nelle materie di competenza

Attività di ricerca e diagnostica

  • sviluppo di metodologie innovative per la valutazione dei farmaci emoderivati
  • diagnostica e fisiopatologia delle anemie emolitiche ereditarie legate a difetti intrinseci dei globuli rossi mediante lo studio dei fattori genetici, molecolari e biochimici che sono alla base di deficit di G6PD, sferocitosi ereditaria ed ellissocitosi ereditaria
  • nuove metodologie per la diagnosi di anemia ereditaria: la termogravimetria associata alla chemiometria
  • screening nei donatori di sangue per la presenza del deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi e di sferocitosi
  • valutazione dello storage lesion delle emazie portatrici di difetti congeniti del globulo rosso: deficit enzimatico di glucosio-6-fosfato deidrogenasi e trait sferocitico
  • studio delle alterazioni emoreologiche nelle anemie ereditarie: talassemia, anemia falciforme, sferocitosi ed ellissocitosi ereditarie
  • studio dei profili emoreologici nel setting dell'infarto acuto
  • attività di consulenza, su richiesta di Centri ospedalieri del Servizio Sanitario Nazionale, per diagnosi di anemie ereditarie incluse fra le Malattie rare (D.M. 18/05/2001 n° 279): anemie da difetti enzimatici eritrocitari (Deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi G6PD, piruvato chinasi ed esochinasi); anemie da difetti della membrana eritrocitaria (sferocitosi ed ellissocitosi ereditarie)

Sezione vaccini batterici (VAC-B)
Coordinatore:
Dott.ssa Christina Von Hunolstein
Attività di valutazione e controllo

  • attività di valutazione e di controllo della composizione di vaccini batterici per uso umano (vaccini antitetano, antidifterite, anti pertosse, anti Haemophilus influenzae , anti meningococco, anti pneumococco ecc.) destinati sia al mercato nazionale/UE, svolta nell’ambito dell’OCABR (Batch Release), che al mercato estero-non UE (Testing Certificate)
  • attività di valutazione e di controllo della composizione dei vaccini batterici per uso umano nell’ambito del programma annuale di controllo post marketing nazionale
  • attività di valutazione e di controllo connessa alla difettosità dei vaccini batterici per uso umano ed alle reazioni avverse
  • valutazioni di dossier (Modulo 3) riguardanti la registrazione ed immissione in commercio di vaccini batterici o altri medicinali di origine batterica (es. live biotherapeutic products, lisati batterici, omeopatici di origine batterica) con procedura nazionale, centralizzata (EMA) o di mutuo riconoscimento dietro incarico di AIFA, ove l’Italia agisce da Rapporteur, CoRapporteur o Peer Reviewer
  • pareri su domande di variazione, in procedure nazionali e di mutuo riconoscimento, riguardanti la produzione di vaccini batterici e di altre medicinali di origine batterica
  • partecipazione ai lavori di organismi nazionali ed internazionali: Organismo per il Benessere Animale dell’ISS, OMCL network, Gruppo 15 della Farmacopea Europea, Live Biotherapeutic Working Party della Farmacopea Europea, OCABR Drafting Group for Vaccines del OMCL Network, WHO Global Network for Biologicals, Network Europeo PARERE
  • elaborazione di monografie connessa alla partecipazione ai lavori del Gruppo di Esperti 15 e del Working Group for Live Biotherapeutic Products della Farmacopea Europea
  • elaborazione di guidelines connessa alla partecipazione ai lavori del OCABR Drafting Group del OMCL Network, per EMA, per AIFA
  • valutazione sperimentale di metodi analitici per la Farmacopea Europea e per il WHO
  • training su metodi analitici per conto del WHO
Attività di ricerca
  • sviluppo e validazione di metodi impiegati nelle attività di controllo dei vaccini batterici
  • sviluppo e/o validazione di metodi alternativi volti alla riduzione dell’uso di animali nei saggi di Farmacopea (Vac2Vac project, BSP104, ECVAM, ecc)
  • partecipazione a studi collaborativi per la valutazione di preparazioni di standard di riferimenti europei ed internazionali
Attività di valutazione e controllo
  • attività di valutazione e di controllo della composizione di vaccini anti-influenzali stagionali e pandemici e dei vaccini anti-varicella destinati sia al mercato nazionale/UE, svolta nell’ambito dell’OCABR (Batch Release), che al mercato estero-non UE (Testing Ceritifcate)
  • attività di valutazione e di controllo della composizione di vaccini antiepatite A destinati al mercato estero-non UE (Testing Ceritifcate)
  • attività di valutazione e di controllo della composizione dei vaccini virali (vaccino anti-influenzale, vaccino antipolio inattivato di Salk, vaccino anti varicella, vaccino anti morbillo-parotite-rosolia, vaccino antipapilloma, vaccino antirotavirus, vaccino anti epatite A, vaccino anti epatite) nell’ambito del PCA dell’AIFA
  • esecuzione del saggio MAPREC per valutare la percentuale di revertanti neurovirulenti nelle sospensioni madri di vaccino antipolio
  • attività di valutazione e di controllo connessa alla difettosità dei vaccini virali per uso umano e alle reazioni avverse
  • valutazioni di dossier riguardanti la registrazione ed immissione in commercio relativamente agli aspetti della qualità dei vaccini per uso umano, nell’ambito di procedure nazionali ed europee (mutuo riconoscimento, decentralizzate e centralizzate)
  • attività di parere tecnico relativo ai vaccini virali
  • partecipazione ai lavori di organismi nazionali ed internazionali: EMEA, OMCL Network
  • partecipazione a studi collaborativi europei per la calibrazione di preparazioni di riferimento per i vaccini virali
Attività di ricerca
  • partecipazione a studi collaborativi internazionali o europei volti alla definizione di nuovi standard o preparazioni di riferimento, da utilizzare per i saggi di attività dei vaccini virali
  • validazione dei metodi analitici per il controllo dei vaccini

Sezione Biologici (BIO)
Coordinatore:
Dott.ssa Raffaella Tinghino
Attività di valutazione e controllo

  • attività di valutazione dei dossier di registrazione, relativamente agli aspetti della qualità, dei farmaci biologici per uso umano (ad esempio: allergeni, urinoderivati, eparine, prodotti omeopatici, herbal drug, ecc…), nell’ambito di procedure nazionali (Autorizzazioni alla Immissione in Commercio, AIC o Variazioni dell’AIC) ed europee (Mutuo Riconoscimento, Decentrate e Centralizzate)
  • valutazione dei dossier presentati per la richiesta di autorizzazione alla Sperimentazione clinica di fase I (DPR 439 /2001, del D.Lvo 211/2003 e del D.Lvo 200/2007), relativamente agli aspetti della qualità di farmaci biologici/biotecnologi
  • attività di valutazione ed analisi pertinenti su segnalazioni di Farmacovigilanza da parte dell’AIFA
Attività di ricerca
  • ricerca finalizzata allo sviluppo e convalida di metodiche analitiche per la valutazione della qualità degli estratti diagnostici ed immunoterapeutici utilizzati nel trattamento delle patologie allergiche
  • partecipazione a studi collaborativi internazionali volti a definire preparazioni di riferimento e alla convalida di saggi ELISA, da utilizzare per la standardizzazione degli estratti allergenici impiegati per diagnosi ed immunoterapia
Altre attività
  • partecipazione alla stesura di linee guida EMEA concernenti la qualità dei Farmaci biologici
  • partecipazione alla stesura di monografie della Farmacopea Europea per gli allergeni
  • partecipazione a Commissioni e a Gruppi di lavoro nazionali e internazionali
  • relativamente alle problematiche allergologiche, gestione della Banca dati delle sostanze chimiche sensibilizzanti (BDS*) in collaborazione con il Centro nazionale delle sostanze chimiche, prodotti cosmetici e protezione del consumatore e con il Settore informatico, dell'Istituto Superiore di Sanità
  • docenze nell’ambito del Progetto Asma e Allergie: la cassetta degli attrezzi, promosso dall’Associazione laziale asma e malattie allergiche, relativamente alla problematica della Qualità dell’aria indoor nelle scuole, all’informazione sui rischi per la salute e alle modalità di prevenzione

Sezione Biotecnologici (BT)
Coordinatore:
Dott.ssa Francesca Luciani

Attività di valutazione e controllo

  • attività di valutazione degli aspetti della qualità (Modulo 3) dei dossier di registrazione, e relative variazioni, per farmaci biotecnologici, nell’ambito di procedure centralizzate, dietro incarico di AIFA, ove l’Italia agisce da Rapporteur, CoRapporteur o Peer Reviewer
  • attività di valutazione per la quality di prodotti biotecnologici nell’ambito di procedure europee di scientific advice/protocol assistance (EMA), dietro richiesta di AIFA
  • attività di sorveglianza post-marketing per prodotti biotecnologici autorizzati mediante procedura centralizzata (CAP) organizzato dalla European Medicines Agency (EMA) e l’European Directorate for the Quality of Medicines (EDQM). Nella sezione, in particolare, viene eseguito il testing della potency e la purity di prodotti biotecnologici mediante immunoassay (ELISA ), bioassay (su colture cellulari), citofluorimetria (FACS), metodi cromatografici (HPLC/UPLC) ed elettroforesi capillare (CE-SDS e cIEF)
  • attività di valutazione e di controllo connessa alla difettosità di prodotti biotecnologici per uso umano ed alle reazioni avverse, e nell’ambito di attività di contrasto alla contraffazione
  • valutazione dei dossier presentati per la richiesta di autorizzazione alla Sperimentazione clinica di fase I (DPR 439 /2001, del D.Lvo 211/2003 e del D.Lvo 200/2007), relativamente agli aspetti della qualità e della sicurezza virale di farmaci biotecnologici
Attività di ricerca
  • partecipazione a studi collaborativi internazionali volti alla definizione di nuovi standard, preparazioni di riferimento per prodotti biotecnologici. Messa a punto e standardizzazione di metodiche analitiche per la caratterizzazione molecolare e funzionale di anticorpi monoclonali
  • messa a punto e standardizzazione di:
    • bioassay (in vitro) per la determinazione della potency di prodotti biotecnologici
    • metodi cromatografici (HPLC/UPLC) per il controllo della purity di prodotti biotecnologici
    • metodi di elettroforesi capillare (CE-SDS e cIEF) per il controllo della purity di prodotti biotecnologici
  • trasferimento, standardizzazione e applicazione di metodi per il controllo di prodotti biotecnologici
  • partecipazione alle attività organizzate e coordinate dall'EDQM nell’ambito del MAB Working Party e dell’OMCL Monoclonal Antibodies Testing Group atte ad identificare ed armonizzare i metodi di controllo ed i materiali di riferimento per il controllo dei prodotti medicinali contenenti anticorpi monoclonali in EU
  • partecipazione a studi collaborativi internazionali volti alla definizione metodi analitici standard da utilizzare per il controllo di prodotti biotecnologici
Altre attività
  • partecipazione ai lavori di organismi nazionali ed internazionali: EMA Biologics Working Party (BWP), OMCL Network, Gruppo 6, MAB Working Party, OMCL Mab testing group
  • partecipazione alla stesura di linee guida EMA concernenti la qualità dei prodotti biotecnologici
  • partecipazione alla stesura di monografie e capitoli generali della Farmacopea Europea riguardanti prodotti biotecnologici

Sezione Terapia Genica (TG)
Coordinatore:
Dott.ssa Filomena Nappi
Attività di valutazione e controllo

  • valutazione dei dossier presentati per la richiesta di autorizzazione alla Sperimentazione clinica di fase I (DPR 439 /2001, del D.Lvo 211/2003 e del D.Lvo 200/2007), relativamente agli aspetti della qualità e della sicurezza virale di farmaci per le terapie avanzate
  • partecipazione ad attività a supporto di commissioni tecnico-scientifiche presso organismi internazionali
Attività di ricerca
  • partecipazione alle attività organizzate e coordinate dall'EDQM OMCL Gene Therapy Working Group atte ad identificare ed armonizzare i metodi di controllo ed i materiali di riferimento per il controllo dei prodotti per la terapia genica in EU
  • partecipazione a studi collaborativi volti alla definizione di nuovi standard o preparazioni di riferimento per prodotti di terapia genica
  • partecipazione a studi collaborativi per la messa a punto e la convalida di metodiche analitiche per il controllo di farmaci per la terapia genica
Altre attività
  • partecipazione alla elaborazione e revisione di testi della Farmacopea Europea riguardanti argomenti di terapia genica
Sezione statistica
Coordinatore:
Dott. Andrea Gaggioli
  • partecipazione e supporto/consulenza a diverse attività di controllo, valutazione e ricerca svolte dalle varie sezioni del Reparto
  • partecipazione a Gruppi di lavoro internazionali
  • elaborazione di linee guida e documenti correlati mediante la partecipazione ai relativi drafting group, in ambito europeo
  • sviluppo di modelli di calcolo ed elaborazione dati
  • emissione di pareri e report tecnico-scientifici

 

Reparto farmaci chimici

Direttore: Dott.ssa Luisa Valvo
telefono: (+39) 06 4990 2354-6754
mail: luisa.valvo@iss.it

Il Reparto farmaci chimici svolge principalmente attività di controllo della qualità dei farmaci di sintesi chimica nell’ambito del network europeo dei Laboratori Ufficiali di Controllo dei Medicinali (Official Medicines Control Laboratory, OMCL) coordinato dall’European Directorate for the Quality of Medicines and HealthCare (EDQM) nell’ambito di un sistema di assicurazione della qualità, conforme alle norme ISO 17025. 
Il Reparto si occupa, inoltre, di problematiche legate alla falsificazione di farmaci, integratori alimentari, dispositivi medici e cosmetici, attraverso la partecipazione alle attività di contrasto alla falsificazione sia in ambito nazionale (Task-force nazionale antifalsificazione, AIFA) sia in ambito europeo (Falsified Medicines Working Group, EDQM).
Accanto all’attività di controllo, il Reparto svolge una rilevante attività di valutazione della qualità dei farmaci di sintesi chimica e un’attività di ricerca applicata.

 

Approfondisci

Reparto farmaci chimici

Attività di controllo

Le principali attività di controllo riguardano:

  • sorveglianza Post Marketing nazionale (Programma di controllo annuale delle composizioni dei medicinali, PCA)
  • attività di controllo connessa a difettosità dei medicinali, presenza di corpi estranei, inefficacia e reazioni avverse
  • attività di controllo connessa alle non conformità riscontrate in fase di ispezione GMP
  • sorveglianza Post Marketing europea (CAP, controllo della qualità dei medicinali approvati con Procedura centralizzata)
  • studi di Sorveglianza del mercato (Market Surveillance Studies, MSS), studi multilaterali europei svolti allo scopo di assicurare che le stesse tipologie di medicinali siano di qualità comparabile nei diversi Stati membri
  • attività di controllo connessa alla falsificazione farmaceutica
  • attività di controllo connessa alla falsificazione di integratori alimentari, dispositivi medici e cosmetici
Attività di valutazione

Le principali attività di valutazione riguardano:

  • valutazione della parte di qualità di dossier presentati per la registrazione di farmaci chimici sia in ambito nazionale (Autorizzazioni alla immissione in commercio (AIC) e variazioni) sia in ambito europeo (Procedure Centralizzate, Decentrate e di Mutuo riconoscimento)
  • valutazione dei dossier presentati per la richiesta di autorizzazione alla Sperimentazione clinica di fase 1 (Comma C), Fase 2 e Fase 3, relativamente agli aspetti della qualità di farmaci chimici
  • valutazione della parte di qualità di dossier presentati per la registrazione di farmaci chimici per uso veterinario (Procedure nazionali e Decentrate)
  • pareri ad hoc su linee guida europee

Accanto alle principali attività di controllo e valutazione sopra riportate, nel reparto si svolgono anche le seguenti attività:

  • elaborazione delle monografie di Farmacopea Europea attraverso la partecipazione ai lavori dei Gruppi di esperti
  • coordinamento delle attività di controllo connesse alla rete europea dei Laboratori ufficiali di controllo dei medicinali (OMCL/EDQM), relativamente ai farmaci chimici per uso umano
  • partecipazione a studi collaborativi europei per la definizione di sostanze chimiche di riferimento (CRS)
  • partecipazione a Commissioni e a Gruppi di lavoro nazionali e internazionali
  • attività ispettive per la verifica del rispetto delle norme di buona prassi di fabbricazione (GMP) presso Officine farmaceutiche
  • attività di ricerca applicata
Organizzazione del Reparto

Organizzazione dell’attività nell’ambito delle Norme ISO 17025 e ISO 9001

L’attività del Reparto è organizzata in 6 sezioni, 3 delle quali dedicate all’attività di controllo, 2 all’attività di valutazione e una alla elaborazione statistica dei dati. L’attività di controllo vede il coinvolgimento del personale del Reparto nelle attività di laboratorio; l’attività di valutazione opera trasversalmente, a seconda delle specifiche competenze del personale afferente al Reparto. A ciascuna sezione è assegnato un Coordinatore che costituisce il canale di ingresso delle specifiche problematiche e ha il compito di coordinare le attività sulla base della sua competenza scientifica nella determinata area.

Attività di controllo
Sezione di Farmacosorveglianza 1 (FS1)

Coordinatore: Isabella Sestili
  • sorveglianza Post Marketing nazionale (PCA)
  • sorveglianza Post Marketing europea (CAP)
  • studi di Sorveglianza del mercato (MSS)
Sezione di Farmacosorveglianza 2 (FS2)
Coordinatore:
Monica Bartolomei
  • difettosità dei medicinali, presenza di corpi estranei
  • inefficacia e reazioni avverse
  • inosservanza GMP
Sezione Antifalsificazione (AF)
Coordinatore:
Monica Bartolomei
  • falsificazione farmaceutica
  • falsificazione di integratori alimentari, dispositivi medici e cosmetici
Attività di valutazione
Sezione di valutazione 1 (VAL1)
Coordinatore:
Anna Borioni
  • procedure nazionali (AIC e variazioni)
  • procedure europee (Centralizzate, Decentrate e di Mutuo Riconoscimento)
Sezione di valutazione 2 (VAL2)
Coordinatore:
Rosella Ferretti
  • sperimentazioni cliniche di fase 1 (comma)
  • sperimentazioni cliniche di fase 2 e di fase 3
Statistica
Sezione di Statistica (FC-STAT)
Coordinatore:
Andrea Luca Rodomonte
  • calcoli statistici
  • protocolli di convalida
Attività di ricerca

I temi principali dell’attività di ricerca sono riportati di seguito:

  • studio dei parametri che influiscono sulla qualità dei farmaci di sintesi chimica
  • sviluppo e convalida di metodi analitici per il controllo della qualità dei farmaci
  • sviluppo e convalida di metodi e-HPLC per l’analisi di farmaci chirali
  • sviluppo e convalida di metodi di screening per l’analisi di farmaci potenzialmente falsificati e loro applicazione all’analisi di campioni sospetti
  • sviluppo e convalida di metodi di screening per l’analisi di integratori alimentari e dispositivi medici potenzialmente falsificati e loro applicazione all’analisi di campioni sospetti
  • sviluppo di metodi analitici per la valutazione della qualità delle sostanze o preparazioni vegetali e per lo studio del loro profilo metabolico
  • sviluppo e convalida di metodi cromatografici per la ricerca di principi attivi farmaceutici e di altre sostanze fraudolentemente aggiunte ai prodotti cosmetici al fine di conferire loro proprietà farmacologiche
  • studio di problematiche complesse relative alla similarità di farmaci generici/equivalenti
  • studio delle caratteristiche strutturali e dei meccanismi di aggregazione di farmaci peptidici e della loro influenza sull’efficacia e sicurezza del farmaco
  • studio delle proprietà di stato solido di farmaci di uso consolidato
  • messa a punto e applicazione di tecniche di risonanza magnetica nucleare in ambito chimico e farmacologico
  • attività di sintesi di nuove entità farmacologiche
  • attività di sintesi di standard analitici di utilizzo nel controllo di farmaci, farmaci falsificati e integratori alimentari
  • revisione critica delle linee guida e della letteratura inerenti alla stima dell’incertezza di misura, accompagnata da studi pratici volti a determinare la trasferibilità delle metodiche esistenti all’attività istituzionale di controllo del Centro
Sviluppi futuri

Al fine di una sempre maggiore tutela della salute pubblica, l’attività del reparto si orienterà fortemente non solo al mantenimento delle attuali competenze nell’ambito del network degli OMCL, ma anche a un rafforzamento di alcune attività riguardanti problematiche emergenti, in particolare quelle connesse alla falsificazione dei medicinali e di altri prodotti di interesse sanitario, sia a livello nazionale sia a livello internazionale.

Organizzazione del laboratorio

Il laboratorio è organizzato in 3 settori nei quali il personale opera sulla base delle proprie competenze.

Laboratorio di tecnica farmaceutica

  • disaggregazione delle compresse e delle capsule
  • test di dissoluzione per le forme farmaceutiche solide orali
  • friabilità delle compresse non rivestite
  • resistenza alla rottura delle compresse
Laboratorio di chimica analitica

Il laboratorio di chimica analitica comprende:

Cromatografia
  • cromatografia liquida (HPLC, UPLC, FPLC)
  • gascromatografia (GC/FID)
  • cromatografia su strato sottile (TLC)
Spettroscopia
  • spettrofotometria UV/Vis
  • spettrometria infrarossa (FT-IR)
  • spettrometria di risonanza magnetica nucleare (NMR)
  • spettrometria di massa (MS)
Potenziometria
  • determinazione del pH
  • titolazioni
  • semi-micro determinazione dell’acqua (Karl Fischer)
Coulometria
  • micro determinazione dell’acqua (Karl Fisher)
Termoanalisi
  • calorimetria differenziale a scansione (DSC)
  • termogravimetria (TGA)
  • punto di fusione (metodo del capillare)
Volumetria
  • titolazioni con indicatore
Polarimetria
  • rotazione ottica
Densitometria
  • densità relativa dei liquidi
Laboratorio di chimica organica
  • sintesi e purificazione di molecole organiche di interesse farmaceutico