Oncologia e medicina molecolare

Responsabile: Dr. Mauro Biffoni
telefono: 06 4990 6595
mail: omm.web@iss.it

Il Dipartimento è composto da circa 100 ricercatori, collaboratori e operatori, cui si aggiungono studenti universitari, dottorandi di ricerca, giovani ricercatori in formazione che fruiscono di borse di studio nell’ambito di progetti di ricerca, e personale di altri enti con cui esistono accordi di collaborazione, suddivisi nelle seguenti unità operative:

1- “Biologia cellulare e molecolare dei tumori” – Direttore: Dr.ssa Adele GIAMPAOLO

2- “Modelli preclinici e sperimentazione clinica in oncologia ed ematologia” – Direttore: Dr. Ugo TESTA

3- “Immunologia dei tumori” – Direttore: Dr.ssa Lucia GABRIELE

4- “Epidemiologia dei tumori e genetica” – Direttore: Dr.ssa Roberta DE ANGELIS

Il Dipartimento svolge per gli argomenti di propria competenza funzioni sia di ricerca che di consulenza, controllo, supporto alle attività di regolamentazione e formazione.

L’attività di ricerca è focalizzata sullo studio dei tumori, dell’ematologia e delle basi genetiche delle malattie in continuità con la precedente organizzazione che ha permesso di realizzare oltre 200 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali nel quinquennio 2011-2015.

Per quanto riguarda i tumori sono oggetto di ricerca sia quelli di maggior rilevanza sociale per la loro frequenza, come il carcinoma del polmone, del colon-retto, della prostata, dell’ovaio, del melanoma, sia alcuni meno frequenti come il glioblastoma, le leucemie o i sarcomi. Speciale attenzione è posta nell’individuazione di nuovi bersagli terapeutici che consentano di aumentare l’efficacia delle terapie esistenti e all’individuazione di marcatori molecolari diagnostici e predittivi della risposta alle terapie. In questo ambito viene anche studiata la possibilità di utilizzare come antineoplastici farmaci che sono stati sviluppati per altre patologie.

A compimento degli studi preclinici, in particolare nel campo della immunoterapia dei tumori, il Dipartimento partecipa anche alla sperimentazione clinica. Lo studio dell’epidemiologia dei tumori è condotto sia in ambito nazionale che internazionale e include la valutazione di coorti molto ampie di popolazione per periodi di tempo anche molto lunghi, nonché la partecipazione ai lavori dei registri tumori.

Gli studi relativi all’ematologia ed alla genetica si estendono anche oltre l’ambito oncologico e riguardano ad esempio l’ematopoiesi normale e le malattie genetiche rare.

In aggiunta alle attività di ricerca, il Dipartimento fornisce esperti per le valutazioni ed estensioni di pareri di natura tecnico-scientifica richiesti da organismi nazionali o internazionali come il Ministero della Salute, l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) o la European Medicine Agency (EMA). Appartengono a questo ambito le valutazioni dei dossier di farmaci emoderivati; di farmaci di nuova istituzione, in particolare nel settore oncologico ed ematologico; la valutazione delle domande di autorizzazione alla sperimentazione animale.

Il Dipartimento inoltre partecipa alle attività di reti come l’”Italian Advanced Translational Research Infrastructure” (IATRIS) e Alleanza contro il Cancro (ACC).

Malattie infettive

Responsabile: Dr. Giovanni REZZA
telefono: 06  49906133
mail: direzione.dmi@iss.it

MISSION

I sistemi di sorveglianza e i registri, istituiti con D.P.C.M. 3 marzo 2017 “Identificazione dei sistemi di sorveglianza e dei registri di mortalità, di tumori e di altre patologie”, rappresentano la spina dorsale del DMI e hanno lo scopo di garantire un sistema attivo di raccolta sistematica di dati anagrafici, sanitari ed epidemiologici per registrare e caratterizzare tutti i casi di rischio per la salute, di una particolare malattia e dei suoi trattamenti ed esiti o di una condizione di salute rilevante in una popolazione definita. Essi sono articolati in a) un livello regionale, che tratta i dati provenienti dagli organismi sanitari e dai servizi socio sanitari operanti nel proprio territorio e b) in un livello nazionale, che tratta i dati provenienti dal livello regionale. Il Dipartimento gestisce, nell’ambito del suddetto DPCM, n. 15 Sistemi di Sorveglianza.

Al Dipartimento fanno capo i seguenti Laboratori di Riferimento Internazionali e Nazionali:

  • WHO Collaborating Centre for Reference and Research on Poliomyelitis
  • National Influenza Centre-WHO Collaborating Centre
  • WHO Collaborating Centre for the Epidemiology, Detection and Control of Cystic and Alveolar Echinococcosis
  • World Organization for Animal Health (OIE) – Reference Laboratory for Trichinellosis
  • European Union Reference Laboratory for Parasites
  • WHO Collaborating Centre for Measles and Rubella
  • Laboratorio Nazionale di Riferimento per le Malattie Batteriche Invasive
  • Laboratorio Nazionale di Riferimento per Arbovirus
  • Laboratorio Nazionale di Riferimento per l’Epatite A
  • Laboratorio Nazionale di Riferimento per le Legionelle
  • Laboratorio Nazionale di Riferimento per le Leptospirosi
  • Laboratorio Nazionale di Riferimento per Enterobatteri
  • Laboratorio Nazionale di Riferimento per la Trichinellosi

 

VISION
  • Promuovere iniziative mirate a rafforzare la collaborazione tra le varie entità anche attraverso tavoli tecnici per l’implementazione delle sorveglianze
  • Promuovere corsi di aggiornamento e formazione avanzata per gli operatori del settore (workshop annuali, corsi, ospitalità in laboratorio)
  • Mettere a  punto  raccomandazioni  e  procedure  sulla  diagnostica  avanzata  (esempio,  uso  del sequenziamento genomico)
  • Studiare la risposta immunitaria alle vaccinazioni, la durata di protezione e l’efficacia. Le attività di ricerca saranno basate su competenza, differenziazione e integrazione disciplinare e in accordo con la programmazione sanitaria nazionale ed internazionale
  • Integrare l’approccio bio-medico con quello psico-socio-comportamentale attraverso studi osservazionali rivolti alla popolazione generale  e a target specifici

 

InfluNet: Sorveglianza Virologica

http://old.iss.it/fluv/index.php?lang=1&anno=2018&tipo=5#