Laboratorio nazionale di riferimento per i metalli e i composti azotati negli alimenti

Laboratorio nazionale di riferimento per i metalli e i composti azotati negli alimenti

Responsabile: Marina Patriarca
Telefono: (+39) 06 4990 2562
Fax: (+39) 06 4938 7101
mailmarina.patriarca@iss.itlnr.metalli@iss.it
EURL di riferimento: EURL-MN

Il LNR-MN è stato nominato il 27 giugno 2019 dal Ministero della Salute ai sensi degli artt. 100 e 101 del Regolamento (UE) 625/2017, allineando i compiti del LNR per i metalli pesanti negli alimenti (LNR-MPA, 2010 - 2019) a quelli dell’EURL di riferimento (EURL-MN, European Union Reference Laboratory for metals and nitrogenous compounds in food and feed) definiti nel Regolamento (UE) 2018/192, esclusivamente per gli alimenti.

Finalità
Garantire, nell’ambito del sistema dei controlli ufficiali sugli alimenti, l’armonizzazione delle modalità di produzione e gestione dei risultati analitici a livello nazionale con quelle degli altri paesi dell’Unione e con le indicazioni dell’EURL-MN.

Attività
Il LNR-MN, nel proprio ambito di competenza:

  • collabora con l’EURL-MN partecipando agli eventi informativi / formativi e alle prove comparative / valutative inter-laboratorio da esso organizzati e trasferisce le informazioni ricevute al Ministero della salute e ai laboratori incaricati del controllo ufficiale
  • al fine di armonizzare e migliorare i metodi di analisi e il loro impiego da parte dei laboratori incaricati del controllo ufficiale, organizza un workshop annuale per l’aggiornamento tecnico-scientifico e legislativo; raccoglie e valuta i dati sulle prestazioni analitiche dei metodi di prova utilizzati; dispone l’organizzazione di prove comparative e/o prove valutative inter-laboratorio, ne assicura il follow-up e comunica i risultati delle prove e del follow-up alle autorità competenti; ove necessario, sviluppa propri metodi di prova, svolge eventi di formazione e/o addestramento specifici e fornisce informazioni su reagenti e materiali di riferimento e sui relativi fornitori
  • offre assistenza scientifica e tecnica al Ministero della salute per la predisposizione di piani di controllo nazionali pluriennali e di programmi di controllo coordinati, per la valutazione dei risultati degli stessi e per eventuali problematiche emergenti in ambito nazionale; partecipa, su richiesta del Ministero della salute, a Gruppi di lavoro specifici convocati dalla Commissione Europea

Quadro normativo

Il Regolamento CEE 315/1993 e s.m.i. stabilisce le procedure comunitarie relative ai contaminanti nei prodotti alimentari.

Il Regolamento UE 625/2017 e s.m.i. definisce, tra l’altro, i controlli ufficiali effettuati per garantire l’applicazione della legislazione sugli alimenti.

Il Regolamento CE 1881/2006 e s.m.i. definisce i tenori massimi di alcuni contaminanti nei prodotti alimentari, inclusi alcuni metalli ed alcuni composti azotati.