Servizio di coordinamento e supporto alla ricerca

Responsabile: Dr.ssa Luisa Minghetti
telefono: +39-6-49903533
mail: direzione.cori@iss.it

Coordinamento delle attivita’ afferenti la ricerca promossa dalle Infrastrutture costituite dall’Unione Europea in ambito biomedico e supporto allo sviluppo delle attivita’ di ricerca biomedica e sanitaria a livello nazionale ed internazionale.

 


In evidenza

Progetti di intervento nell’ambito della rete di coordinamento tra pediatri di base, personale che lavora negli asili nido e unità di neuropsichiatria infantile (scarica il bando in formato PDF, decreto e Allegato 1. Domanda di finanziamento per l’ISSNetwork NIDA 2019-2020).

Le proposte progettuali dovranno pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 24 del giorno 15 marzo 2019 esclusivamente tramite posta elettronica certificata, al seguente indirizzo telematico: finanziamenti.ricerca@pec.iss.it

Per informazioni rivolgersi a marialuisa.scattoni@iss.it.


Avviso pubblico per una manifestazione di interesse per la realizzazione di un progetto di intervento nel seguente ambito:

Istituzione di una rete di coordinamento tra pediatri di base, personale che lavora negli asili nido e unità di neuropsichiatria infantile finalizzata ad anticipare la diagnosi e l’intervento attraverso programmi di formazione specifici e la messa a punto di un protocollo di riconoscimento/valutazione di anomalie comportamentali precoci nella popolazione generale e ad alto rischio.

La diagnosi precoce, l’intervento tempestivo, il sostegno alle famiglie, la formazione degli operatori sanitari e degli educatori sono azioni strategiche per il miglioramento della qualità della vita delle persone con disturbo dello spettro autistico e delle loro famiglie. In particolare, la diagnosi precoce è considerata cruciale alla luce delle evidenze che indicano la maggiore efficacia degli interventi comportamentali precoci rispetto a quelli avviati nell’infanzia tardiva. Per ridurre sensibilmente l’età alla prima diagnosi sono ritenuti fondamentali:

  1. l’istituzione di una rete di coordinamento regionale tra pediatri di base, servizi educativi dell’infanzia e unità di neuropsichiatria infantile;
  2. un protocollo di riconoscimento/valutazione di anomalie comportamentali precoci nella popolazione generale e ad alto rischio;
  3. programmi di formazione specifici.

Il presente avviso, rivolto esclusivamente alle Regioni, viene pubblicato per la realizzazione delle attività di interesse pubblico descritte nel progetto ‘I disturbi dello spettro autistico: attività previste dal decreto ministeriale del 30.12.2016’ e contenute nel documento Allegato 1. Domanda di finanziamento per l’ISS/Network NIDA 2019-2020. Ogni Regione, per raggiungere gli obiettivi generali/specifici delineati nell’Allegato 1, dovrà prevedere la formulazione di soluzioni organizzative finalizzate all’istituzione di una rete di coordinamento tra pediatri di base, personale che lavora negli asili nido e unità di neuropsichiatria infantile mirata ad anticipare la diagnosi e l’intervento attraverso programmi di formazione specifici e la messa a punto di un protocollo di riconoscimento/valutazione di anomalie comportamentali precoci nella popolazione generale e ad alto rischio.

Nella proposta progettuale dovrà essere identificato un centro Pivot di documentata eccellenza in ambito clinico/diagnostico e scientifico nel campo dei disturbi dello spettro autistico che si assumerà l’onere di essere il riferimento regionale del Network Italiano per il riconoscimento precoce dei disturbi dello spettro autistico (NIDA) per:

  1. lo sviluppo della rete curante territoriale tra servizi di NPIA e pediatria, attraverso una piattaforma che metterà a disposizione strumenti per la sorveglianza del neurosviluppo e che consentirà una relazione tra servizi e pediatri per la continuità di cura, e che raccoglierà i dati necessari per arricchire la piattaforma dell’osservatorio nazionale;
  2. il monitoraggio dei soggetti a rischio (fratelli di soggetti con ASD, prematuri, piccoli per età gestazionale) – sulla base del modello NIDA attuale – e la raccolta dei loro dati clinici- neurofisiologici e neurobiologici;
  3. la formazione degli operatori sanitari e del personale che lavora negli asili nido.

 


 

Progetti strategici di interesse nazionale e europeo.

Reti a carattere nazionale: coordinamento Reti clinico-scientifiche per la promozione del benessere della popolazione e della nazione attraverso ricerca clinica avanzata.

Infrastrutture di Ricerca Europee in ambito biomedico e i nodi italiani: EATRIS-ERIC, BBMRI-ERIC, ECRIN-ERIC.

Programmazione  europea: rafforzare il collegamento e la sinergia dell’ISS con le politiche e la programmazione comunitaria.

Partecipazione ad azioni europee.

Rapporti con Ministero della Salute: ricerca sanitaria nazionale, internazionalizzazione della ricerca.

Rapporti con altri strutture ISS:

  • Grant Office e Trasferimento Tecnologico;
  • Servizio Conoscenza  e Comunicazione Scientifica;
  • Ufficio ISS presso Bruxelles;
  • Servizio Relazioni Esterne e Rapporti Internazionali;

Valorizzazione della ricerca biomedica e sanitaria: promozione di iniziative volte ad incrementarne il valore e il trasferimento alla clinica e a ridurne gli sprechi evitabili.

Sviluppo e gestione database: prodotti della ricerca e reti nazionali e regionali.

Commenti chiusi